Tag: download

Formazione

Alla scoperta del nuovo Ubuntu

Alla scoperta del nuovo Ubuntu, la versione 22.04 si candida a rappresentare il punto di riferimento per il settore delle distribuzioni Linux destinate ai computer desktop, workstation e notebook.

L’arrivo di una nuova versione Lts (Long Term Support) di Ubuntu è sempre accolta con interesse da tutta la comunità degli appassionati e dei professionisti che lavorano con Linux.

Il team Ubuntu rilascia queste release con cadenza biennale, nel mese di aprile degli anni pari, e includono la garanzia di supporto esteso per ben cinque anni.

Si tratta, delle varianti più adatte a essere distribuite negli ambienti professionali, negli uffici e in tutti i contesti in cui il sistema operativo deve svolgere un ruolo di supporto.

Garantisce un funzionamento senza problemi, senza grosse novità che costringano a dover reimparare a utilizzare gli stessi strumenti e le stesse funzioni.

ubuntu

Anche quest’anno, ad aprile è stata rilasciata la versione 22.04 di Ubuntu, nelle versioni desktop e server, a cui sono seguite poi le moltissime derivate che completano l’ecosistema dei sistemi operativi curati dal produttore Canonical.

L’oggetto principale di questa prova rimane comunque la versione desktop di Ubuntu che, può essere scaricata in formato Iso direttamente dal sito Web del produttore e da moltissimi mirror distribuiti in tutto il mondo.

Sempre secondo tradizione, Ubuntu è scaricabile anche dalla rete Bittorrent, che garantisce ottime velocità di download senza appesantire i server del produttore.

I link di scaricamento indirizzano automaticamente l’utente all’edizione più adatta per il proprio computer;

ubuntu

Diversi installer

la versione più comune è quella a 64 bit per l’architettura Intel/Amd, ma non è l’unica.

Ubuntu è infatti disponibile già da qualche tempo anche per i sistemi basati su Arm e in diverse varianti.

Oltre a quella predefinita è disponibile anche un Network Installer, che integra un insieme minimo di pacchetti e necessita di una connessione attiva a Internet per completare l’installazione.

Il supporto Arm per i computer single board Raspberry Pi: Canonical ha completato l’iter di certificazione della famiglia RaspberryPi 4, a partire dalla variante con 2 Gbyte dimemoria Ram;

è sufficiente una scheda micro-SD da almeno 16 Gbyte e una versione recente del software Raspberry Pi Imager;

dopo aver fatto clic su Scegli S.O. si può trovare Ubuntu nella sezione Other general-purpose OS.

Le varianti disponibili sono quelle Desktop, Server e Co-re, ma la prima è installabile soltanto sui computer di quarta generazione.

Installazione senza sorprese

La procedura di installazione chiede se aggiungere al sistema anche i software e i driver di terze parti distribuiti come file binari.

L’opzione è disattivata per default, per questioni legate alle formule di licenza.

Durante l’installazione, Ubuntu può essere configurato per interfacciarsi con un dominio Active Directory; una funzione non troppo comune e molto interessante per gli ambienti enterprise.

Il tema di default di Ubuntu è disponibile nelle due varianti Lighte Dark.

La pagina di configurazione dell’aspetto permette anche di personalizzare il colore di accento per gli elementi dell’interfaccia.

schermata

La schermata con l’elenco delle App è stata ridisegnata e ora ospita anche due anteprime per raggiungere rapidamente i desktop virtuali

La nuova impostazione è efficace per la navigazione touch.

L’editor di testi predefinito è stato completamente rinnovato, passando al tool proposto nella suite Gnome.

Il nuovo software offre la colorazione della sintassi, la numerazione delle righe e altro ancora.

Gli aggiornamenti del sistema e delle applicazioni è gestito sia dall’Ubuntu Software Center sia dal tool dedicato Aggiornamenti software.

La duplicazione è un retaggio storico, ma può confondere i meno esperti.

Il browser predefinito di Ubuntu (Mozilla Firefox) è ora installato come pacchetto snap:

questa decisione ha avuto un impatto negativo misurabile sulle sue prestazioni.

Il motore di ricerca integrato nel sistema si conferma molto efficace: individua con precisione gli elementi desiderati ed è praticamente istantaneo nelle risposte.

Ubuntu integra un nuovo strumento di cattura delle schermate, si tratta di un tool piuttosto semplice ma intuitivo e ben realizzato.

LEGGI ANCHE:

contattaci
applicazioni

Vlc senza segreti!

Definirlo solo un player video è riduttivo: questo programma ha capacità che vanno oltre la normale riproduzione dei filmati. Scopriamo le 10 funzioni meno conosciute, ecco Vlc senza segreti!

Indice

Ascoltare la radio

vlc radio

Bastano pochi clic e VLC si trasforma in un sistema per l’ascolto delle radio diffuse via Internet, con la possibilità di sintonizzarsi su stazioni praticamente da tutto il mondo. Premiamo Ctrl+L per accedere alle playlist e scegliamo Icecast Radio Directory presente nella sezione Internet; attendiamo un paio di minuti: a destra il sistema visualizzerà una lista con le stazioni disponibili. Per ascoltare una delle radio presenti nella lista è sufficiente cliccarci sopra due volte. Per interrompere e riavviare la riproduzione usiamo i controlli Stop e Play visibili nella barra in basso.

Registrare lo schermo

Una funzione di VLC poco nota ma molto utile è quella che permette di registrare e salvare tutto quello che accade sullo schermo del PC. Per attivare que-sta modalità clicchiamo su Media Converti/Salva. Selezioniamo la scheda Dispositivo di acquisizione, clicchiamo il menu Modalità di acquisizione e selezioniamo l’opzione Desktop. Nello slot Velocità fotogrammi desiderata per l’acquisizione impostiamo il numero di frame per secondo (tra 15 e 30).

vlc acquisizione schermo

Clicchiamo ora il pulsante Converti/Salva visibile in basso. Selezioniamo dal menu Profilo il formato di salvataggio (MP4 va bene in genere). Da Sfoglia indichiamo il percorso di destinazione per il salvataggio del file e confermiamo con Salva. Clicchiamo Avvia.

Per interrompere la registrazione usiamo il pulsante Stop visibile in basso nell’interfaccia di VLC.

Creare dei segnalibri

vlc segnalibri

Mentre si guarda un filmato può essere utile impostare dei segnalibri che all’occorrenza permettano di puntare direttamente a un momento preciso della riproduzione. Durante la visione del filmato premiamo
la combinazione di tasti Ctrl+B. Per creare un segnalibro è sufficiente premere il pulsante Crea.

Per attivarlo basta cliccarci sopra due volte durante la riproduzione del video. Una volta creati, i segnalibri possono essere eliminati in blocco tramite il pulsante Cancella oppure uno a uno con il pulsante Elimina.

Convertire audio e video

VLC funziona anche come convertitore di formato sia per l’audio che per il video. Clicchiamo Ctrl+R e quindi Aggiungi, selezioniamo il file sorgente e poi Apri > Converti/Salva. Selezioniamo il menu Profilo e indichiamo il formato di destinazione prescelto per la conversione.

Per accedere ai parametri di conversione dobbiamo cliccare l’icona con la chiave inglese e successivamente selezionare la scheda Codifica Audio oppure Codifica Video. Fatte le opportune regolazioni confermiamo con Salva.

Ora premiamo Sfoglia e scegliamo il percorso di destinazione per il salvataggio del file, confermando con Salva. Per avviare la conversione clicchiamo Avvia.

A schermo intero

vlc schermo intero

Se vogliamo riprodurre un filmato a schermo intero dobbiamo selezionare la funzione corrispondente tra-mite il pulsante apposito visibile nella barra di controllo di VLC oppure attraverso la voce Schermo Intero che troviamo nel menu Video. Per evitare tutte le volte questa operazione accediamo alle Preferenze del programma cliccando Ctrl+P, selezioniamo il tab Video e nella sezione Schermo spuntiamo la casella Schermo intero. Clicchiamo Salva e riavviamo VLC.

Controlla Vlc con il mouse

VLC offre un’utilissima modalità di controllo che consente di remotizzare alcune delle sue funzionalità attraverso l’uso del mouse. Clicchiamo Ctrl+P sulla tastiera per aprire la schermata Preferenze di base. Selezioniamo, in basso a sinistra nella sezione Mostra le impostazioni, l’opzione Tutto. Clicchiamo, nella colonna di sinistra, la voce Interfacce di controllo. Selezioniamo, nella parte destra dell’interfaccia, l’opzione Interfaccia dei movimenti di controllo del mouse.

Chiudiamo e riavviamo VLC. Apriamo un filmato. Ora, per esempio, se vogliamo andare avanti o tornare indietro nella riproduzione ci basta cliccare il pulsante sinistro del mouse e spostarci rispettivamente verso sinistra o verso destra. Per alzare o abbassare il volume clicchiamo e spostiamo il mouse verso l’alto o verso il basso.

Invece per mettere in pausa basta un rapido e piccolo movimento verso sinistra/destra o destra/sinistra e via così. Per altre modalità di controllo ti rimandiamo alla documentazione ufficiale.

Velocizzare la diretta di una Ip Cam

vlc ipcam

Con VLC possiamo visualizzare lo streaming audio/video proveniente da una IP cam compatibile con il protocollo RTSP. Per farlo occorre innanzitutto conoscere l’indirizzo RTSP del dispositivo, un dato che inizia con “rtsp://” e che possiamo facilmente ricavare dalle schermate di configurazione del software usato per la gestione della camera.

Una volta individuato l’indirizzo corrispondente, apriamo VLC, premiamo Ctrl+N, inseriamo l’indirizzo RTSP della videocamera nella sezione Network Protocol e clicchiamo PLAY. Pochi secondi e il gioco è fatto: VLC mostra a schermo lo streaming audio/video della videocamera selezionata.

Riprodurre contenuti in streaming

VLC permette di riprodurre anche contenuti provenienti direttamente dalla Rete senza per questo doverli scaricare. Dal menu Media selezioniamo l’opzione Apri flusso di rete. Ora, nel campo Inserisci un URL di rete, digitiamo l’indirizzo relativo al video che desideriamo riprodurre. A questo punto clicchiamo Riproduci visibile in basso. VLC avvierà la riproduzione del video prescelto.

vlc streaming

Personalizzare l’interfaccia

vlc interfaccia

VLC mette a disposizione moltissime skin gratuite che consentono di cambiare completamente l’aspetto della sua interfaccia grafica per adattarlo ai nostri gusti. Visitiamo l’URL www.videolan.org/vlc/skins.htm. Scegliamo una delle skin tra quelle disponibili cliccandoci sopra. Nella schermata dedicata clicchiamo il pulsante Download. Avviamo VLC, premiamo Ctrl+P per accedere a Preferenze di base. Nella sezione Aspetto selezioniamo l’opzione Usa tema personalizzato. Ora clicchiamo Sfoglia, selezioniamo il percorso in cui si trova la skin scaricata (il file ha estensione VLT), selezioniamo il file e premiamo Apri e poi Salva. Chiudiamo e riavviamo VLC.

Come scaricare un video dalla rete

scarica video

In alcuni casi VLC permette di scaricare un filmato direttamente dalla Rete. Tuttavia, il buon esito di questa procedura dipende dal formato video prescelto e dalla presenza o meno di restrizioni imposte dal sito che lo ospita. Vediamo come procedere: apriamo il menu Media e clicchiamo su Apri flusso di rete. Nel campo Inserisci un URL di rete digitiamo l’indirizzo che punta al video da scaricare. Clicchiamo Riproduci. Interrompiamo la riproduzione.

Dal menu Strumenti selezioniamo Informazioni media. Copiamo per intero la stringa visualizzata in basso nel campo Posizione. Apriamo il nostro browser. Incolliamo la stringa che abbiamo appena copiato nella barra degli indirizzi del browser e premiamo Invio. Il filmato inizia a scorrere. Blocchiamo la riproduzione. Clicchiamo i tre pulsanti verticali visibili a destra della barra dei controlli di riproduzione. Selezioniamo Scarica e il gioco è fatto.

LEGGI ANCHE

contattaci
Software

Ubuntu 20.04.4 LTS disponibile!

Ubuntu 20.04.4 LTS è disponibile per il download.

Nelle scorse ore, Canonical ha reso disponibile Ubuntu 20.04.4, ovvero il quarto update per il sistema operativo Ubuntu 20.04 LTS (Foscal Fossa) rilasciato ad aprile del 2020 e per il quale sono in programma aggiornamenti software e di sicurezza su desktop per almeno cinque anni, quindi sino ad aprile 2025. Ricordiamo infatti che le versioni LTS, a differenza di quelle non LTS, hanno un supporto di 5 anni invece le non LTS hanno un supporto di 9 mesi (o 18 mesi, dipende dalle decisioni di Canonical). Nelle non LTS, i programmi sono più aggiornati, ma essendo versioni con poco supporto, sono meno stabili. L’aggiornamento include pure il kernel Linux 5.13 e Mesa 21.2.6.

Ubuntu 20.0.4.4, al via il download

Ubuntu 20.04.4 LTS

Bisogna tener presente che il kernel Linux 5.13 nella versione 20.04.4 del sistema operativo è fruibile solo in caso di nuove installazioni. Per cui tutti coloro che eseguono Ubuntu 20.04 LTS con il kernel stock (es. Linux 5.4) non riceveranno quello più recente durante l’esecuzione dell’aggiornamento e dovranno provvedere ad installarlo manualmente se intendo servirsene.

Inoltre, la maggior parte dei pacchetti di base compresi in Ubuntu 20.04 LTS sono stati aggiornati alle ultime versioni dai repository. Questo per evitare di mettere gli utenti in condizione di dover scaricare centinaia di update in seguito all’installazione.

Ubuntu 22.04, prossimamente

Per il resto, l’aspetto del sistema operativo è praticamente lo stesso di GNOME 3.36 utilizzato dal lancio di Ubuntu 20.04 LTS due anni fa. Il medesimo discorso vale per tutte le altre versioni ufficiali (es. Kubuntu, Lubuntu, Xubuntu, MATE, Budgie e Kylin).

Il download dell’immagine ISO della relase 20.04.4 può essere effettuato direttamente dal sito Internet ufficiale della distro, ma coloro che stanno già usando la versione 20.4 possono aggiornare l’installazione corrente dal sistema operativo semplicemente impartendo il comando sudo apt update && sudo apt full-upgrade nel Terminale.

Da notare che il 21 aprile 2022 Canonical rilascerà Ubuntu 22.04 (Jammy Jellyfish) come prossima serie LTS della distro Linux e anche in questo caso il supporto sarà assicurato per almeno altri cinque anni.

LEGGI ANCHE:

contattaci
Formazione, Sistemi

Come scaricare video da Vimeo

Se vuoi scoprire come scaricare video da Vimeo gratis e stai usando un computer con su installato Windows o macOS, vediamo insieme quali sono le soluzioni.

4K Video Downloader 

scaricare

Se cerchi un software che ti consenta di scaricare video da Vimeo, ti suggerisco 4K Video Downloader.

É un programma per Windows e macOS che permette di scaricare video.

È possibile scegliere tra vari formati e qualità per l’output e di base è gratis.

Per scaricare 4K Video Downloader sul tuo computer, collegati al sito ufficiale del programma e clicca sul pulsante Scarica 4K Video Downloader.

Quando il download sarà completato, se stai usando Windows, apri il pacchetto d’installazione appena ottenuto e nella finestra che vedi comparire sul desktop, clicca sul pulsante Next.

Inserisci il segno di spunta sulla casella relativa all’accettazione dei termini del servizio e porta a termine il setup premendo sui pulsanti Next, per due volte di seguito, Install e Finish.

In seguito, avvia il programma, selezionando il relativo collegamento aggiunto al menu Start.

Se stai usando macOS, invece, dopo aver scaricato il pacchetto d’installazione del programma sul computer, apri quest’ultimo, trascina l’icona di 4K Video Downloader nella cartella Applicazioni del Mac, fai clic destro sopra e seleziona la voce Apri dal menu contestuale.

a seguire, premi su Apri in risposta all’avviso sullo schermo, in modo da avviare il programma andando però ad aggirare le limitazioni imposte da Apple verso gli sviluppatori non certificati.

Ora che, visualizzi la finestra di 4K Video Downloader, copia nella clipboard del computer l’indirizzo del filmato di Vimeo da scaricare, premi su Incolla il collegamento collocato in alto a sinistra e attendi qualche secondo affinché il link venga elaborato.

Nella finestra che compare, assicurati che risulti selezionata l’opzione Scarica video dal menu a tendina sinistra, scegli poi il formato che preferisci dal menu Formato, indica la cartella in cui vuoi salvare il file finale previo clic su Sfoglia e procedi pure con il download, facendo clic su Scarica.

Video DownloadHelper

Un altro strumento per scaricare video da Vimeo è Video DownloadHelper.

Si tratta di un’estensione compatibile con i browser Chrome e Firefox, per cui la si può usare sia su Windows che su macOS.

Permette di catturare i video presenti su qualsiasi pagina Web e di effettuarne il download.

Per scaricare e installare l’estensione, se stai usando Chrome, collegati alla relativa sezione del Chrome Web Store e fai clic prima su Aggiungi e poi su Aggiungi estensione.

Invece, se stai usando Firefox, visita la relativa sezione del sito Internet Mozilla Addons e fai clic prima su Aggiungi a Firefox e Installa.

Ad installazione completata, apri la pagina di Vimeo che contiene il filmato che desideri scaricare, clicca sull’icona di Video DownloadHelper in alto a destra e seleziona la prima voce (quella con l’anteprima del filmato) dal menu che compare.

Se è la prima volta che scarichi video da Vimeo, ti verrà proposta l’installazione di un software, per portare a termine l’operazione: accetta, cliccando su Installa app integrativa.

A download completato, avvia il file che hai ottenuto e attieniti alle indicazioni riportate sullo schermo.

Come scaricare video da Vimeo online

Qui di seguito troverai i migliori servizi Web di questo tipo.

1: Loader.to

Loader.to

Supporta diversi siti di video sharing e consente di selezionare differenti formati e risoluzioni di output. Permette anche di estrapolare la sola traccia audio dai filmati ed è gratuita.

Recarti sulla home page e inserire l’URL del video presente su Vimeo che è tua intenzione scaricare nel campo URL.

Seleziona poi il formato di output e la risoluzione che preferisci tramite il menu a tendina Format e fai clic sul pulsante Download.

Attendi, che l’elaborazione del filmato venga portata a termine e clicca su Download presente nel riquadro in basso, così da avviare lo scaricamento tuo video.

2: VIDO

vido

VIDO è un’altra soluzione disponibile online. È molto facile da usare, permette di salvare i video di proprio interesse in vari formati e risoluzioni ed è gratuita anch’essa. Consente anche di estrapolare la sola traccia audio.

Vai sulla  home page, inserisci l’URL dei video presente su Vimeo che è tua intenzione scaricare nel campo di testo apposito situato al centro e fai clic su Go collocato a destra.

Individua poi il formato e la risoluzione che preferisci degli elenchi comparsi in basso e premi su Download.

Nella pagina Web che successivamente ti verrà mostrata, fai clic sul player video e seleziona l’opzione per salvare il contenuto sul computer dal menu contestuale che vedi comparire, in modo da procedere con il download.

contattaci
velocità download upload
Consulenza, Formazione, Internet, Sistemi, Software, Tech

Qual è una buona velocità di download e di upload?

Oggi vi spiegheremo qual è una buona velocità di download e di upload, e come ritenersi soddisfatti della propria linea.

Probabilmente hai una connessione ADSL o Fibra Ottica oppure vuoi averne una e vorresti capire di più sulle performance che i vari competitors (Alice, Fastweb, Vodafone, ecc) offrono. Sbirciando le varie offerte ti sarà capitato sicuramente di sentir parlare di velocità di download (o download speed) e di velocità di upload (o upload speed). Cosa significano questi termini? Cos’è la velocità di upload? e quella di download?

Ci siamo fatti un po di domande, vediamo allora di capirci un qualcosa in più. In questa guida cercheremo prima di spiegare il significato di velocità di download e upload e capire qual’è una buona velocità ADSL o Fibra, poi vi spiegheremo come effettuare un test di velocità per vedere se quanto offerto dal vostro fornitore corrisponde al vero.

Velocità di download (download speed)

Per velocità di download si intende la velocità di scaricamento (o ricezione) di un file da internet, ovvero la velocità con cui viene copiato un file da internet al vostro computer. Questo valore si misura in Mbps, ovvero Megabit per secondo. Il Mbps è un’unità di misura che indica la capacità (quindi velocità) di trasmissione dei dati su una rete informatica.

Una buona velocità di download è importante per navigare velocemente e incide maggiormente sulle operazioni seguenti: scaricare files, ricevere rapidamente la posta, vedere video in streaming, effettuare video-chiamate e svolgere gran parte delle operazioni sul web.

E’ importante sottolineare che la velocità a cui si riferiscono i vari operatori del mercato nei loro spot è proprio questa ovvero la velocità di Download mentre quella di Upload è generalmente inferiore.

Qual’è una buona velocità di download?

Qual è una buona velocità di download e di upload?

10-20 Mbps

Rappresenta una buona velocità. I siti anche quelli più pesanti da caricare si apriranno velocemente, sarà possibile guardare film in streaming anche in HD, piattaforme di condivisione video tipo Youtube o Dailymotion e Internet TV, tipo Infinity o sky on demond. Velocità di download basse sono da considerare quelle inferiori a 10-20 Mbps.

20-50 Mbps

Il numero di dispositivi connessi alla stessa rete è in continuo aumento. Basti pensare, oltre ai computer, ai tablet agli smartphone e in alcun casi anche agli elettrodomestici. Se in casa siete in molti a navigare potrebbe servirvi un servizio con questo tipo di velocità. Non occorre sottolineare che quando più dispositivi si collegano contemporaneamente devono spartirsi la rete, un po come si divide una torta.

50 e più Mbps

Velocità di questo tipo non credo servano per utenze domestiche semmai possono servire per esempio a piccole aziende che debbano organizzare video conferenze con più persone. In futuro velocità di questo tipo potrebbero diventare la normalità, vi ricordate da dove diamo partiti? Le prime connessioni che io ricordi andavano a 56K, quindi meno di 1 Mbps.

Velocità di upload (upload speed)

upload

Per velocità di upload si intende la velocità con cui si invia un file su internet, ovvero, dal proprio computer su internet. Un esempio per capirci è quello di un file che alleghiamo ad un messaggio di posta elettronica. Per essere inviato il file deve essere caricato su un server. Una buona velocità di upload e’ fondamentale per navigare velocemente, spedire rapidamente la posta, effettuare video-chiamate o inviare files ad altri utenti.

E’ dunque importante avere una buona velocità di upload quando effettuate video-conferenze, o se avete necessità di scambiare molti file con altri utenti. Certo la velocità di upload non potrà mai essere elevata come quella di download, ma sarà sempre decisamente più bassa.

Qual’è una buona velocità di upload?

Tra ADSL e Fibra Ottica esiste una notevole differenza in termini di velocità di upload. Basti pensare che l’ADSL di Tim e Fastweb viaggiano entrambe a 1 Mbps mentre con la fibra ottica si naviga alla mostruosa velocità di 20 Mbps con le migliori offerte di Fastweb che arrivano addirittura a 50 Mbps. Detto ciò, occorre precisare che un utente normale non ha bisogno, almeno al momento, di velocità di Upload cosi alte, 3/5 Mbps rappresentano già un’ottimo compromesso.

Come effettuare un test di velocità della fibra ottica o dell’adsl?

speed test

Effettuare un test per capire qual è la tua velocità di navigazione è davvero semplice. Segui questo link:

contattaci
Formazione, Internet, Sicurezza informatica, Sistemi, Software

Virus nascosti: come trovarli

Parleremo in questo articolo dei Virus nascosti, e ti spiegheremo come trovarli.

E’ inevitabile che dopo un po’ di tempo di utilizzo, su un computer possano nascondersi dei virus. La semplice navigazione internet, ma anche l’inserimento di chiavette USB oppure l’installazione di programmi trovati su internet, ci espongono necessariamente a rischi.

Il computer che diventa più lento, notifiche che si aprono continuamente, la navigazione internet che diventa difficile, sono solo alcuni degli inconvenienti che possono capitare. Ora ti spiegheremo come trovare i virus nascosti.

Ti affidi al sistema operativo Windows? Ecco diverse strade da percorrere per trovare i virus nascosti nel PC affidandoti a soluzione gratuite e di semplice impiego.

Affidati a un buon antivirus

antivirus

Se, nonostante la presenza di Windows Defender (l’antivirus integrato in Windows), continui a riscontrare comportamenti piuttosto strani da parte del computer, dovresti valutare la possibilità di installare un software antivirus che sia efficiente.

Ti consiglio di dare un’occhiata ad Avira Free Security, include una protezione in tempo reale contro virus, ransomware e altri malware; una VPN per cifrare la connessione, camuffare la propria posizione geografica e navigare in modo sicuro anche sulle reti Wi-Fi; un browser sicuro; un password manager e una vasta gamma di strumenti per ottimizzare il PC.

avira

Avira Free Security è compatibile con tutte le versioni più diffuse di Windows e anche con macOS . Per scaricarlo sul tuo PC, collegati al suo sito Internet ufficiale e clicca sul pulsante Scarica ora. Dopodiché apri il file .exe ottenuto e fai clic sui pulsanti  e Accetta e installa.

Al termine del download, accetta di eseguire una scansione Smart del sistema e scoprirai, i problemi di privacyprestazionivirusapp obsolete e minacce di rete eventualmente presenti sul PC.

A scansione completata, clicca sul pulsante Correggi problemi, per correggere tutti i problemi rilevati da Avira contemporaneamente, oppure sul pulsante Mostra dettagli, per scegliere i singoli problemi da correggere. In questo modo cancellerà solo i file e voci superflue.

A questo punto, puoi dare un’occhiata ad esempio alla scheda Stato che permette di avere una panoramica generale sullo stato di sicurezza, privacy e prestazioni del sistema, oppure alla scheda Sicurezza che permette di avviare le scansioni per virus e malware, regolare le opzioni di protezione, gestire il firewall e verificare la disponibilità di aggiornamenti per i programmi installati sul PC.