• 3 settimane fa
  • 7Minuti
  • 1271Parole
  • 49Visualizzazioni

Nonostante il design molto sottile, il nuovo notebook LG gram Pro è estremamente leggero e versatile, con solo pochi compromessi in termini di connettività. Lo schermo è grande e utilizza la tecnologia OLED, mentre i consumi e le prestazioni sono gestiti dall’architettura Core Ultra di Intel.

I notebook LG gram tornano in Italia con il lancio della nuova gamma, ora dotata dei nuovi processori Intel Core Ultra. Ci sono tre serie diverse con varie configurazioni, tra cui alcune con grafica discreta NVIDIA. Abbiamo scelto un modello della serie gram Pro per la nostra prova, caratterizzato da uno schermo OLED da 16 pollici. La caratteristica principale, che dà il nome all’intera gamma, è la leggerezza, insieme al design ultra sottile. L’LG gram Pro 16″ OLED (sigla estesa 16Z90SP-K.AD78D) pesa solo 1199 grammi e ha uno spessore compreso tra 12,4 e 12,8 millimetri.

Notebook LG

Questa configurazione include un processore Intel Core Ultra 7, 32 GB di memoria RAM DDR5x, un disco SSD da 1 TB, porte Thunderbolt 4, USB 3.2, HDMI 2.1, e una capiente batteria da 77 Wh. Il prezzo suggerito per questa configurazione è di circa 2000 euro, mettendolo in competizione con il MacBook Air da 15″ di Apple con M3. Rispetto al MacBook Air, l’LG gram Pro è più leggero, ha uno schermo leggermente più grande e, soprattutto, OLED, il tutto a un prezzo più competitivo.

Schermo da 16 pollici

Il notebook LG gram punta tutto sul form factor, come suggerisce il nome del prodotto. Questo notebook è leggero e sottile, riuscendo comunque a integrare uno schermo da 16 pollici, un moderno processore a 16 core e una batteria da 77 Wh in meno di 1,2 kg. La superficie del portatile è di 357,7 x 251,6 mm, il che lo rende compatibile con zaini progettati per portatili da 15 pollici.

Il peso del LG gram Pro è di soli 1,199 kg, grazie all’uso di un case in lega di magnesio, che è leggero ma robusto allo stesso tempo. Con uno spessore che varia da 12,4 a 12,8 mm, è leggermente più spesso del MacBook Air di Apple, che ha uno spessore di 11,5 mm, ma risulta comunque più leggero.

Il portatile è certificato secondo lo standard militare MIL-STD-810H, offrendo resistenza a polvere, temperature estreme, bassa pressione, umidità e urti. Grazie a queste caratteristiche, è ideale per chi viaggia spesso e ha bisogno di un dispositivo robusto, che possa sopportare spostamenti frequenti senza preoccupazioni.

Design

La tastiera, retroilluminata, offre molto spazio per il palmo delle mani e include un trackpad di dimensioni generose, mentre il design del portatile è molto pulito e funzionale. Il pannello superiore, liscio e con il solo logo “gram” al centro, è estremamente sottile al tatto, tanto che si flette leggermente con una lieve pressione delle mani quando il portatile è aperto. Durante l’utilizzo, il feeling della tastiera è abbastanza buono, anche se avremmo preferito una maggiore escursione dei tasti.

Notebook LG gram Pro

La finitura è completamente nera opaca, ma sorprendentemente il materiale non è molto suscettibile alle impronte digitali. Per mantenere le superfici pulite, è sufficiente passare un panno leggermente umido.

LG è riuscita a infilare una dotazione completa di connessioni nonostante il ridotto spessore. Sul lato destro del portatile troviamo due porte USB Type A compatibili USB 3.2 Gen 2×1 (10 Gbit/s) e il mini-jack per cuffie con microfono. Su un lato, invece, sono presenti due porte USB-C compatibili Thunderbolt 4 / USB 4 (40 Gbit/s) e l’uscita video HDMI 2.1. Per l’alimentazione, è incluso un pratico alimentatore USB-C da 65 watt, molto compatto. Durante la ricarica del notebook, ciò implica che avremo a disposizione una sola porta USB-C per altre periferiche.

Audio

Sul lato superiore della cornice dello schermo, troviamo la webcam full HD con sensore IR per Windows Hello e il doppio microfono con cancellazione del rumore. La cornice è molto sottile, misurando meno di un centimetro sui tre lati esterni e circa un centimetro.

I diffusori certificati Dolby Atmos sono posizionati sul fondo del portatile, sotto due piccole griglie vicino agli angoli, risultando completamente invisibili a prima vista. L’emissione del suono è diretta verso il basso, e la qualità dipende molto dalla superficie su cui il portatile è appoggiato. Questo può influenzare significativamente le frequenze più alte, che variano da essere troppo frizzanti a completamente tagliate a seconda delle condizioni.

Schermo: pro e contro

Di default, l’applet LG Smart Assistant offre diverse opzioni di configurazione dello schermo, tra cui l’uso di un sensore di luce ambientale per regolare automaticamente il bilanciamento del bianco in base alla luminosità circostante. È possibile anche attivare una modalità “professionale” che ottimizza il profilo colore DCI-P3. La luminosità dello schermo, regolabile tramite il pannello di controllo di Windows 11, di default è impostata su 80, corrispondente a una luminanza di 250 cd/m2. Portando la luminosità al massimo valore di 100, si ottiene una luminanza a pieno schermo di 400 cd/m2.

Il display OLED da 16 pollici è la caratteristica distintiva di questo modello, subito dopo il design. Prodotto da Samsung Display, attualmente il principale fornitore di schermi OLED per notebook, utilizza una configurazione RGB per i pixel, senza subpixel bianco, a differenza dei display OLED di LG Display per TV e monitor.

Lo schermo dell’LG gram Pro offre un rapporto d’aspetto di 16:10 con risoluzione di 2880×1800 pixel e un refresh rate massimo di 120 Hz. Supporta anche l’Adaptive Sync con refresh variabile da 48 Hz a 120 Hz.

Il monitor è certificato VESA DisplayHDR 500 True Black in modalità HDR, con una luminanza di picco di circa 620 cd/m2 a schermo intero. Tuttavia, nel contesto dei PC, il tone mapping di default non segue il riferimento ottimale, tendendo a aumentare la luminosità lungo l’intera curva di contrasto.

Il difetto più evidente a livello di design di questo notebook è il rivestimento dello schermo, una finitura lucida con un trattamento anti-riflesso troppo blando. Questo significa che, a meno di non essere in una situazione di scrittura su sfondo bianco, ci si deve confrontare con riflessi di vario tipo. Nonostante la buona luminosità dello schermo, questo può essere un problema in mobilità.

Prestazioni

L’aspetto più interessante del modello LG Gram Pro da 16 pollici è l’efficacia della dissipazione del calore, data la sua estrema sottigliezza e leggerezza, nonostante sia basato esclusivamente sul processore Intel Core Ultra 7 senza GPU discreta.

Le impostazioni della ventola, regolabili tramite l’utility LG Smart Assistant, influenzano direttamente le prestazioni del notebook. Questa utility offre sia profili d’uso preimpostati che la possibilità di creare configurazioni personalizzate.

Inoltre, dal pannello di controllo di Windows 11 è possibile gestire il bilanciamento tra prestazioni e consumo, particolarmente importante quando il notebook è alimentato a batteria.

Processore

Il processore utilizzato è l’Intel Core Ultra 7 155H, che integra 8 core ad alta efficienza, 6 core ad elevate prestazioni e 2 core a bassissimo consumo, con una TDP base di 28 watt e un picco massimo teorico di 115 watt in modalità turbo. L’architettura Core Ultra include anche una GPU Intel Arc con 8 core Xe, operante fino a 2,25 GHz. Nel package SoC è integrata anche una NPU, insieme ai due core a basso consumo. La frequenza di clock massima raggiunge i 4,8 GHz per i core performance e i 3,8 GHz per quelli ad alta efficienza.

Notebook LG gram Pro microprocessore

L’aspetto più interessante della nuova architettura Intel, già apprezzato in precedenza e confermato qui, è il basso consumo energetico nei carichi leggeri. Durante le videocall, ad esempio, il consumo a livello di package si mantiene intorno ai 4/5 watt in media, un valore molto ridotto che consente di sostenere facilmente un’intera giornata lavorativa.

Webcam

Il sistema di cancellazione del rumore audio basato su intelligenza artificiale implementato da LG, configurabile tramite lo Smart Assistant sorprende notevolmente. Parlando della qualità delle videocall, è da notare l’eccellente webcam integrata, che offre un’immagine più che discreta.

Durante le chiamate di test effettuate dal livello della strada, con rumori del traffico e anche da cantieri, il sistema ha dimostrato una capacità eccellente nel filtrare il rumore ambientale, garantendo chiarezza nella trasmissione della voce dall’altro capo.

    Contattaci subito

    LEGGI ANCHE: