Tag: lavoro

Cloud Computing, Formazione, Smart working

Smart working e cloud computing: un connubio perfetto!

Negli ultimi anni si è parlato moltissimo di smart working o lavoro agile, una modalità di lavoro che permette di svolgere i propri compiti e mansioni a distanza, da casa o da un altro luogo che non sia la postazione di lavoro fissa.

Questa modalità ha portato sicuramente molti vantaggi, primo fra tutti un risparmio di denaro e tempo per i lavoratori – non più costretti a muoversi in auto o con i mezzi – e la possibilità di conciliare al meglio impegni lavorativi e vita privata. In crescita non solo nelle grandi aziende ma anche nelle piccole/medie imprese e nella pubblica amministrazione. Lo smart working porta dei benefici anche per l’azienda, che vede aumentare la produttività e l’efficienza dei propri dipendenti.

smart working

Lo smart working è reso possibile dalle innovazioni tecnologiche che permettono lo svolgimento del lavoro a distanza. Internet, smartphone e app innovative assumono un ruolo fondamentale permettendo la condivisione e il controllo di dati e progetti. Tra queste innovazioni, un grande aiuto lo porta anche il cloud computing.

Lavorare in cloud: perchè?

Il Cloud Computing infatti dà la possibilità di gestire lavoratori e lavoro stesso attraverso la rete. Negli ultimi anni la crescita del cloud è pari a quella dello smart working in Italia, che registra un +30%. Il cloud – come lo smart working – permette alle persone di gestire le proprie attività e anche il rapporto con i clienti e i consumatori a distanza. Altri settori influenzati dal cloud sono la contabilità, la gestione delle risorse umane e lo storage – dunque la conservazione – dei dati aziendali.

cloud computing

Sia il cloud computing sia lo smart working inoltre hanno un forte impatto sulla mobilità delle persone. Addio posto fisso in scrivania, ora il luogo di lavoro diventa qualunque posto con una connessione internet ottimale che permetta di rimanere collegati. Questa trasformazione radicale ha spinto moltissime aziende ad investire su software in cloud, sia gestionali sia per consumer relationship management.

L’approccio di questi software è molto semplice: tramite account è possibile accedere al programma di cui l’azienda ha bisogno in rete, senza la necessità di dover installare e salvare su un dispositivo fisso i file e l’applicazione.

Ecco che allora un dipendente da casa può accedere al gestionale, un esperto di marketing può utilizzare piattaforme di creazione e analisi di contenuti, e così via. Anche pagamenti, risorse e personale possono essere gestiti in cloud, naturalmente proteggendo la connessione con strumenti digitali altrettanto utili, come ad esempio le VPN.

Il mercato è naturalmente influenzato dalle innovazioni tecnologiche, ed è indubbio che grazie a queste spunteranno sempre più realtà smart e digitali anche nel nostro paese.

Ecco perchè Enjoy System ha preparato un prodotto denominato “Enjoy Cloud”, che consentirà alle aziende e ai suoi dipendenti di lavorare ovunque, con qualsiasi dispositivo, come se fossero in ufficio.

contattaci
Smartphone, Tech

Backup dati: prevenire è meglio che curare!

Come ti comporteresti se dovessi perdere tutti i dati salvati sul tuo PC? E con dati si intendono non solo i contatti, ma anche i documenti, le foto, i video, fatture, preventivi?

Purtroppo la gravità di un tale evento spesso la si percepisce soltanto dopo che il danno è avvenuto e ci si trova ormai in una situazione d’emergenza.

Per questo è sempre più fondamentale sottolineare l’importanza di effettuare il backup dei dati almeno settimanalmente…

Tipologie di backup: manuale e automatico

Ci sono due modi principali tramite i quali si può effettuare il backup dei dati, tutto dipende dalle proprie esigenze.

  • Backup manuale, utilizzato soprattutto nel caso della singola persona o delle piccole imprese che fanno una copia dei propri dati e li trasferiscono su un altro dispositivo.
    Questa soluzione è la più semplice ed economica, ma non molto sicura poiché soggetta agli errori umani, come dimenticare il regolare salvataggio dei dati, o alla rottura dei dispositivi.
  • Backup automatico, indicato soprattutto per le persone e le aziende che cercano un modo professionale per mantenere in sicurezza i propri dati.
    Questo metodo comporta una spesa maggiore, ma minimizza notevolmente i rischi: i dati vengono copiati su supporti dedicati e vengono aggiornati automaticamente, evitando così gli errori umani e garantendo un alto livello di sicurezza.
Qual è il miglior software di backup nel 2020?
Backup dati

Backup completo, incrementale e differenziale

A seconda delle necessità specifiche il backup si può eseguire con diversi metodi: completo, incrementale o differenziale.

Backup completo

  • Il backup completo è alla base di tutti gli archivi e dei backup differenziali e incrementali, qui vengono salvati tutti di dati selezionati per il Un backup completo fa sì che si possano ripristinare i dati senza essere obbligati ad accedere ad altri backup.

Questo tipo di backup è più lento da eseguire rispetto agli altri, ma è più veloce da ripristinare. E’ utile quando si deve riportare il sistema allo stato iniziale e quando questo stato non cambia spesso e quindi non occorre un backup regolare.

Backup incrementale

  • Nel backup incrementale vengono salvate le modifiche avvenute rispetto all’ultimo backup, per ripristinare i dati è quindi necessario accedere agli altri backup dello stesso archivio.

Questo tipo di backup è utile quando il sistema va riportato a uno o più stati salvati precedentemente, e quando le modifiche dei dati non sono eccessive rispetto al volume totale.

Backup differenziale

  • Nel backup differenziale vengono salvate le modifiche dei dati rispetto all’ultimo backup completo, per ripristinare i dati è quindi necessario risalire all’ultimo backup completo
    Questo tipo di backup è utile quando si vuole salvare solo lo stato più recente dei dati.

Per scegliere quale backup è il più indicato per la propria situazione è necessario considerare la dimensione e la complessità dei propri dati, così come con quale frequenza essi vengono modificati.

L’importanza del backup nelle piccole e medie imprese

Migliorare il backup e il recupero dei dati in campo informatico è diventato di primaria importanza per le aziende, come è stato sottolineato da un sondaggio effettuato dall’Enterprise Strategy Group (ESG), ma spesso le piccole e medie imprese non hanno all’interno del loro staff esperti che si dedichino alla risoluzione di questo genere di problemi.

Per questo le piccole e medie imprese devono considerare l’importanza di effettuare il backup dei dati, così come di archiviarli e copiarli in più supporti per essere sempre in grado di recuperarli in caso di perdita improvvisa.

Una piccola spesa per migliorare la sicurezza dei propri dati aiuta ad evitare grossi danni futuri, come perdita di denaro, di produttività e di credibilità.

Sei sicuro del tuo backup?

Enjoy System può aiutarti nella scelta del migliore metodo di backup, nella sua implementazione ed ha istituito un apposito servizio di controllo backup giornaliero. In tutta sicurezza, da remoto, verifichiamo che le relative operazioni vengano eseguite correttamente, per evitare brutte sorprese nel caso di un eventuale ripristino.