Tag: Firefox

Sicurezza informatica

Scaricare in sicurezza con Vt4browser

Ecco un’estensione per Chrome, Edge e Firefox che fa analizzare ogni download a VirusTotal, e ti fa scaricare in tutta sicurezza.

La maggior parte dei malware per computer tende a diffondersi in due modi: allegati e link inviati tramite email di phishing oppure il download di file contenenti virus. Non è un caso che chi utilizza software pirata corre un rischio più elevato, proprio perché alcune versioni illecite di giochi e software vari vengono utilizzare dai pirati per diffondere i loro virus. Ma è sempre meglio fare attenzione anche ai download considerati sicuri, come i file condivisi da colleghi e clienti tramite Dropbox e simili. Vediamo quindi come scaricare in tutta sicurezza.

E, in certi casi, i pirati sono riusciti a violare addirittura i server di produzione di grandi aziende, inserendo virus su software al di sopra di ogni sospetto, come le utility per l’aggiornamento dei driver fornite dai produttori stessi. Insomma, non possiamo fidarci di nessuno.

Indice

Un antivirus non basta

Anche se abbiamo un antivirus in esecuzione, non è detto che non gli possa sfuggire qualcosa ed è sempre meglio verificare ogni download con uno o più antivirus. Una grande perdita di tempo, che però può essere evitata grazie all’estensione gratuita VT4Browser di VirusTotal, che verifica la pagina contenente il download oltre al file stesso facendolo analizzare contemporaneamente da 70 soluzioni di sicurezza, fra cui AGV, Avast e Sophos.

Volendo, è possibile anche inviare documenti in formato DOC, PDF e altro per farli analizzare, ma l’opzione è disabilitata di default. Consigliamo di mantenere questa impostazione per motivi di sicurezza: meglio non inviare dati personali o documenti lavorativi a un servizio online, rischiamo di perderne il controllo.

Protezione da phishing

Come già detto, la maggior parte dei malware è diffusa tramite email, inviate sia con attacchi di tipo phishing sia da parte di amici e colleghi ignari di avere un problema di sicurezza e che in buona fede ci inviano file che contengono virus. Se utilizziamo un client email online, come Gmail o la versione per browser di Outlook, possiamo scansionare anche gli allegati presenti. La prima volta che lo faremo, ci verrà chiesto di accettare i termini di condizione per analizzarli.

Inviamo solo file che sappiamo non contenere dati personali (per esempio, la scansione di una patente o altro documento di identità, ma anche un contratto con un cliente) ed evitiamo assolutamente di inviare qualsiasi contenuto relativo al nostro lavoro: potrebbero essere documenti classificati o comunque sensibili e caricandoli su un servizio come quello offerto da VirusTotal violeremmo il GDPR, cosa che sicuramente non farebbe felice i nostri superiori.

Mettiamo all’opera Vt4Browser

Vt4Browser 1
1. Puntiamo il browser all’indirizzo bit.ly/ci256_addon e selezioniamo l’estensione per il browser utilizzato. Sono sup-portati tutti i browser basati sul motore Chromium (come Chrome ed Edge), Firefox e il buon vecchio Internet Explorer.
Vt4Browser 2
2. Clicchiamo prima su Aggiungi e successivamente, nella finestra di pop-up che si aprirà, clicchiamo su Aggiungi estensione per installarla sul browser. Nel nostro esempio, abbiamo utilizzato Chrome, ma la procedura è identica anche per gli altri.
Vt4Browser 3
3. Pochi istanti dopo aver dato l’OK, l’estensione sarà installata e pronta per l’utilizzo. Cliccandoci sopra potremmo modificare le opzioni. Suggeriamo di mantenere le opzioni predefinite, che garantiscono un elevato livello di sicurezza.
4
4. Ora possiamo navigare al sicuro. Quando scaricheremo un file, l’estensione si attiverà automaticamente, indicandoci in un pop-up che il file è stato inviato per l’analisi. Clicchiamo su Go to VirusTotal File report.
5
5. Si aprirà una pagina con i risultati dell’analisi di VirusTotal. Nel nostro caso, è stata individuata una minaccia, segnalata dall’antivirus Acronis: il Trojan.MulDrop20.2153. Potrebbe trattarsi di un falso positivo, ma meglio andare sul sicuro.
6
6. Possiamo anche effettuare la scansione di una qualsiasi pagina Web, per verificare la presenza di link malevoli. Basta cliccare con il tasto destro su un punto qualsiasi della pagina, selezionare l’estensione e cliccare su Scan Current Page.

LEGGI ANCHE

contattaci
Formazione, Internet, Sicurezza informatica, Sistemi, Smartphone, Software, Telefonia Mobile

Recuperare password salvate

Non vi ricordate una password e non sapete come fare? Ecco una soluzione che vi potrebbe salvare per recuperare la password di Netflix, Amazon, Facebook o qualsiasi altro servizio utile.

Il presupposto per poter vedere la vostra password è che le abbiate salvate almeno una volta all’interno del vostro computer, smartphone o tablet. In caso affermativo vi spieghiamo dove poter trovare le nostre password salvate.

Dal computer (Windows e MAC)

Se state utilizzando il servizio da recuperare sul computer ecco come potremo procedere! In questo modo se avevate salvato la password di Netflix, Facebook, Instagram, Amazon e molte altre ancora potremo recuperarla.

Da Google Chrome

Recuperare password salvate chrome
  1. Apriamo il Browser internet e clicchiamo sui 3 pallini in alto e selezioniamo la voce Impostazioni
  2. Una volta dentro le Impostazioni dal campo cerca in alto cerchiamo Password
  3. Clicchiamo sulla voce Password potremo avere la lista completa di tutti i siti di cui abbiamo salvato la password
  4. Cerchiamo il sito di cui ci interessa sapere la password e una volta trovato clicchiamo sull’icona con l’occhio
  5. Ci verrà richiesta la password del nostro account e poi potremo finalmente visualizzare la nostra password.

Da Mozilla Firefox

Recuperare password salvate firefox
  1. Apriamo il browser internet
  2. In alto a destra clicchiamo sulle 3 barrette e nel menu che ci appare selezioniamo Credenziali e password
  3. Ora potremo già cercare il servizio che ci interessa e cliccare sempre sul’icona dell’occhio

Da Microsoft Edge

Recuperare password salvate edge
  1. Apriamo il browser internet
  2. In alto a destra clicchiamo sui 3 pallini e selezioniamo la voce Impostazioni
  3. Nella prima schermata potremo già vedere la voce Password
  4. Cerchiamo il servizio desiderato e clicchiamo sull’icona con l’occhio

Da Safari

Recuperare password salvate safari
  1. Apriamo Safari
  2. Clicchiamo su preferenze e selezioniamo la voce Password
  3. Cerchiamo il servizio e una volta trovate doppio click per visualizzare la password.

Da iPhone e iPad

Recuperare password salvate iphone

Se invece avete un dispositivo iOS ecco i passaggi che dovremo fare:

  1. Apriamo le Impostazioni
  2. Selezioniamo la voce Password
  3. Cerchiamo il servizio che ci interessa e clicchiamoci sopra.

Da Smartphone e tablet Android

Recuperare password salvate android
  1. Apriamo le Impostazioni del nostro dispositivo Android
  2. Selezioniamo la voce Google
  3. Ora selezioniamo la voce Gestisci il tuo account Google -> Sicurezza -> Password
  4. Ora potremo cercare e selezionare il servizio che ci interessa e trovare la password.

Questi i principali metodi per vedere le password salvate sui nostri dispositivi che oltre a permetterci di ritrovare la password ci permette anche di conoscere ed eventualmente cancellarne qualcuna.

contattaci
emulatore flash
Formazione, Software

Flash: arriva l’emulatore

Nostalgia di Flash? Tranquilli, arriva l’emulatore. Come ormai tutti dovrebbero sapere, Adobe Flash ha terminato ufficialmente la sua missione il 31 dicembre 2020. Questa tecnologia che, nel bene e nel male, ha fatto la storia del web, ormai è stata sostituita da alternative più moderne e soprattutto più sicure. Resta solo un problema: come fare a continuare a godere dei contenuti in Flash dopo la sua dipartita? Qualcuno potrebbe infatti volerlo fare per questioni di necessità, come nel caso di applicazioni in Flash che per un motivo o per l’altro non sono mai state sostituite. Qualcun altro potrebbe semplicemente provare nostalgia per le vecchie versioni di certi siti, come quelle custodite nell’Internet Archive.

In ogni caso, ci sono buone ragioni per voler continuare ad accedere ai contenuti in Flash anche ora che Adobe ha ritirato per sempre la sua creatura e i plugin che la supportano sono svaniti dai browser.

Una soluzione arriva da progetti come Ruffle, ossia l’emulatore di Flash che l’Internet Archive adopera per continuare a consentire l’esecuzione dei giochi e delle app che ha salvato dall’oblio.

Ruffle, scritto in Rust, è un’opera ancora in evoluzione ma, pur non riuscendo a garantire una compatibilità al 100% con tutti i contenuti Flash esistenti, sta dando già prova di sé quanto ad affidabilità ed efficienza.

ruffle

Di Ruffle esistono due estensioni utilizzabili in tutti i browser moderni che supportano WebAssembly. L’una è per Firefox, l’altra è per Chrome e gli altri browser derivati da Chromium (Edge, Vivaldi, Opera, Brave e via di seguito), oltre che per Safari.

Download e installazione Ruffle

Le estensioni si trovano all’interno del Chrome Web Store ma purtroppo non nel Mozilla Add-Ons Store. Tuttavia possono essere scaricate manualmente.

Qualunque sia il browser adoperato, il primo passo consiste nello scaricare la versione adatta dell’estensione dal sito ufficiale o dallo store. Successivamente estrarla dall’archivio zip che la contiene. Per Firefox si otterrà un file .xpi; per Chrome e compatibili una cartella.

Poi, nel caso di Firefox bisogna scrivere nella barra degli indirizzi about:debugging per aprire la schermata delle impostazioni che permetterà di installare l’estensione.

Quindi occorre selezionare la voce Questo Firefox nella barra di sinistra e cliccare sul pulsante Carica componente aggiuntivo temporaneo… posto sul lato destro.

mozilla firefox

Si aprirà una finestra dalla quale si potrà selezionare il file .xpi dell’estensione.

Purtroppo, il sistema permette di caricare l’estensione solo temporaneamente, ossia fino alla chiusura del programma. A ogni avvio del browser sarà necessario ripetere l’operazione, se si vorrà adoperare Ruffle in Firefox.

Nel caso di Chromium, invece, nella barra degli indirizzi bisogna scrivere chrome://extensions e quindi, nella schermata che si aprirà, spostare il selettore posto vicino alla dicitura Modalità sviluppatore, posto in alto a destra.

estensioni firefox

Tramite il pulsante Carica estensione non pacchettizzata sarà quindi possibile indicare la cartella dell’estensione.

Ricordiamo ancora che Ruffle è un progetto in sviluppo e, pertanto, non è detto che tutto funzioni perfettamente. Grazie a esso, però, Flash può continuare a vivere nei browser per quanti ancora ne sentano la necessità.

contattaci
Sicurezza informatica

Elimina automaticamente i dati del browser su Chrome, Firefox, Edge, Safari ed Opera.

I cookie rappresentano per molti utenti un elemento controverso dell’esperienza di navigazione online. Se da un lato è vero che aiutano il browser a memorizzare le pagine in cui si naviga e a mantenere l’accesso, di contro possono essere utilizzati da parte di pubblicitari non autorizzati come strumento per tracciare le vostre attività online su determinati siti.

Come evidenziato in questo articolo, possono costituire un problema di privacy. In questa piccola guida vi spieghiamo come tenere in ordine il vostro browser.

Elimina i dati di Chrome

In modo nativo, Chrome ti consente di eliminare automaticamente i cookie solo all’uscita. Per eliminare automaticamente altri dati, dovrai installare un’estensione di terze parti. Per prima cosa, vediamo come eliminare automaticamente i cookie all’uscita in Chrome.

Elimina automaticamente i cookie in Chrome all’uscita.

Per eliminare automaticamente i cookie all’uscita, fai clic sul menu Chrome nell’angolo in alto a destra e seleziona Impostazioni da esso.

Impostazioni di Chrome

Spostati ora nella sezione  Privacy e sicurezza nel pannello di sinistra e fai clic su Cookie e dati del sito .

Privacy e sicurezza di Chrome

Qui scorri verso il basso e abilita l’opzione  Cancella cookie e dati dei siti quando esci da Chrome .

Chrome cancella cookie e dati del sito

Una volta abilitato, ogni volta che chiuderai Chrome, tutti i cookie salvati verranno eliminati.

Elimina automaticamente tutti i dati di Chrome.

Ci sono molte estensioni nello store di Chrome che possono eliminare automaticamente i dati del browser in base a diversi fattori. Personalmente mi piace CleanGuru per questo scopo, poiché, a differenza di altri, offre diversi modi per eliminare i dati di navigazione. Puoi usarlo per pulire automaticamente i dati in base a un intervallo impostato, all’avvio e al comando.

Per eliminare i dati a comando, fare clic sul pulsante dell’estensione e selezionare il periodo di tempo ei dati che si desidera eliminare. Successivamente, fare clic su Cancella in basso per eliminare tutti i dati selezionati accumulati dopo il periodo di tempo selezionato. L’estensione ricorda le tue preferenze, quindi devi solo fare clic sul pulsante Cancella per eliminare i dati selezionati la prossima volta.

CleanGuru elimina i dati

Per accedere a più metodi di eliminazione, vai alle impostazioni dell’estensione e scorri fino in fondo. Qui puoi eliminare automaticamente i dati selezionati dopo un intervallo di tempo specifico o all’avvio di Chrome .

CleanGuru rimozione automatica dei dati

A differenza dell’opzione di eliminazione automatica incorporata di altri browser, le estensioni non possono eliminare i dati all’uscita poiché devono chiudersi insieme a Chrome (per evitare di eseguire un processo in background). Sebbene l’eliminazione dei dati all’avvio di Chrome funzioni in modo simile a quando qualcun altro avvierà Chrome, i dati verranno eliminati automaticamente. Tuttavia, è un po ‘più vulnerabile perché se qualcuno accederà manualmente ai dati locali di Chrome o lo aprirà utilizzando un’app diversa, vedrà questi dati.

Elimina i dati di Firefox

Firefox ha la possibilità di eliminare automaticamente i dati del browser all’uscita da oltre un decennio ed è stato ben migliorato per selezionare i dati personalizzati da eliminare.

Ecco come accedervi:

Fare clic sul menu principale di Firefox nell’angolo in alto a destra e selezionare  Opzioni da esso.

Opzioni di Firefox

Qui seleziona  Privacy e sicurezza nel pannello di sinistra, quindi seleziona la casella di controllo accanto a Cancella cronologia alla chiusura di Firefox nella  sezione Cronologia . Questo abiliterà l’opzione.

Cancella la cronologia alla chiusura di Firefox

Per personalizzare i dati che desideri eliminare, fai clic su Impostazioni accanto a questa opzione e vedrai tutti i dati cancellabili  da selezionare.

Firefox seleziona i dati da eliminare

Elimina dati Edge

Il più recente Microsoft Edge basato su Chromium ha l’opzione simile a Firefox per eliminare i dati del browser all’uscita. Vediamo come usarlo:

Vai al menu principale di Edge nell’angolo in alto a destra e seleziona Impostazioni da esso.

Qui seleziona la sezione Privacy, ricerca e servizi nel pannello di sinistra, quindi fai clic sull’opzione Scegli cosa cancellare ogni volta che chiudi il browser .

Opzioni per la privacy di Microsoft Edge

Ora attiva l’opzione dati che desideri cancellare alla chiusura di Edge. Vedrai anche la quantità di dati memorizzati in ciascuna opzione di dati.

elimina automaticamente i dati Edge

Elimina i dati di Opera

Opera è molto simile a Chrome sotto il cofano, quindi ti consente anche di eliminare automaticamente i cookie all’uscita. Per eliminare tutti i tipi di dati, dovrai utilizzare un’estensione di terze parti.

Elimina automaticamente i cookie in Opera.

Fare clic sul menu Opera nell’angolo in alto a sinistra e selezionare Impostazioni da esso.

Ora fai clic su  Privacy e sicurezza nel  menu Avanzate e quindi su Cookie e dati del sito .

Cookie di Opera e dati del sito

Qui abilita l’opzione Cancella cookie e dati dei siti quando esci da Opera . Ora, ogni volta che chiudi opera, i cookie verranno automaticamente cancellati.

cancella automaticamente i cookie di Opera

Elimina automaticamente tutti i dati di Opera.

Non ci sono molte buone estensioni disponibili per Opera che eliminano automaticamente i dati del browser. Pertanto, ti consiglierò di utilizzare l’ estensione Installa Chrome Extensions Opera che ti consentirà di installare l’estensione Chrome su Opera. È quindi possibile installare la stessa estensione CleanGuru per Chrome in Opera e utilizzarla.

Tuttavia, se non desideri utilizzare un’estensione di Chrome in Opera, Privacy Cleaner è una buona estensione per Opera che ti consente di eliminare i dati del browser a comando.

Per utilizzare l’estensione, tutto ciò che devi fare è andare alle impostazioni dell’estensione e selezionare i dati che desideri eliminare e il periodo di tempo da cui desideri eliminare i dati. Ora, ogni volta che fai clic sull’icona dell’estensione, tutti i dati selezionati verranno immediatamente eliminati.

Estensione Opera di Privacy Cleaner

Elimina i dati di Safari

Safari ha anche un’opzione integrata per eliminare la cronologia e cercare automaticamente. Tuttavia, consente di eliminare automaticamente i dati solo dopo un intervallo di tempo specifico. Se per te funziona, ecco come abilitarlo:

Vai a Preferenze dalla barra degli strumenti di Safari e vai alla  scheda Generale .

Qui fai clic sul menu a discesa accanto a  Rimuovi elementi della cronologia e seleziona il periodo di tempo dopo il quale desideri eliminare i dati. Questo è tutto; ora, tutta la cronologia di navigazione verrà eliminata al termine del periodo specificato.

elimina automaticamente i dati di Safari
contattaci