Tag: funzionalità

Formazione

Funzionalità e suggerimenti per il nostro pc

Tanti piccoli suggerimenti e funzionalità per ottenere il massimo dal nostro computer e non solo

Scopriamo come ottimizzare il nostro computer al meglio ma più in generale impariamo alcuni trucchi e funzionalità molto utili.

Indice

Alexa ha un trucco … da sala giochi!

Gli assistenti vocali posso­no essere molto utili, soprattut­to se abbiamo una casa intelli­gente, ma nascondono anche numerose funzionalità divertenti, come la modalità super. Per attivarla dobbiamo usare il co­mando Alexa, su su giù giù si­nistra destra sinistra destra A B. Il nostro speaker intelligente risponderà con la riproduzione di un motivo musicale e poi la frase “modalità Super Ale­xa attivata. Avvio dei reattori, online. Abilitazione dei sistemi avanzati. online. Apertura delle ali. Errore. Ali mancanti” e poi successivamente un motivetto musicale.

funzionalità alexa

Tutto qui? Sì. ma gli appassio­nati di lungo corso non potran­no non avere notato che l’istru­zione da utilizzare non è altro che il celebre Konami Code. un trucco che fin dagli anni ’80 permette di ottenere bo­nus e potenziamenti nei giochi della celebre casa produttrice e non solo.

Selezioniamo il testo come dei campioni

Selezionare il testo è una di quelle attività che tutti noi facciamo, almeno occasional­mente, usando il computer. Il modo più semplice. che in linea di principio usiamo tutti. è quello di fare clic sul testo e trascinare il puntatore del mouse. Tuttavia c’è un siste­ma più rapido ed efficace per selezionare intere parole o interi paragrafi in modo più veloce. Per selezionare una intera parola. dobbiamo sem­plicemente fare doppio clic su un punto qualsiasi della parola stessa.

trucco testo
trucco testo

Più curioso ancora, il sistema che permette di selezionare un intero paragrafo. Per farlo, infatti, possiamo fare un tri­plo clic, cioè tre clic rapidi in sequenza con il tasto sinistro del mouse. Questo trucco ha un altro risvolto ancora più in­teressante: funziona con tutti i principali browser e i program­mi di videoscrittura.

Cambiamo lo sfondo della nostra Gmail

I prodotti Google sono noti per avere moltissime funzionalità “nascoste” o comunque poco utilizzate che di tanto in tanto possiamo cogliere per aggiungere un po’ di pepe, o di personalizzazione. alla nostra esperienza. La possibilità di cambiare lo sfondo di Gmail è una di queste. Da quando Go­ogle ha rivisto le impostazioni, mettendone alcune in eviden­za, farlo è diventato ancora più semplice.

funzionalità gmail

Infatti dobbia­mo solo aprire Impostazioni usando l’icona a ingranaggio presente in alto a destra. Nella colonna delle opzioni, scorria­mo fino a trovare la voce Tema e scegliamo Visualizza tutti. Nella finestra che si apre po­tremo scegliere fra i temi pre­costituiti, un colore di sfondo, oppure anche un’immagine fra le nostre, caricate su Go­ogle Drive oppure dal nostro computer.

Raggruppiamo le app in Start di Windows 11

Windows 11 ha innovato molte cose, non tutte le novità però hanno avuto la stessa acco­glienza da parte degli utenti. Fra le più controverse sen­za dubbio c’è il nuovo menu Start. a partire dalla posi­zione. fino alla gestione dello spazio dedicato ai programmi app, come Microsoft stessa tende a chiamarli sempre più spesso). Una funzionalità co­moda ma decisamente sotto­valutata è quella che permette di raggruppare le applicazioni in “cartelle”, in modo da poter­ne avere un maggior numero a portata di clic.

funzionalità windows 11

Il meccanismo da utilizzare è del tutto ana­logo a quello della maggior parte degli smartphone. Dob­biamo solo prendere l’icona di un’applicazione e trascinarla sopra un’altra per creare au­tomaticamente una cartella, a cui poi aggiungerne ancora.

Google rivoluziona il modo di imparare

Il tempo è sempre poco, spe­cialmente per chi ha pro­getti per la propria attività la carriera persi tra moltissi­me altre cose da fare e incom­benze varie. Google Primer, www.yourprimer.com, ha tutti i numeri per cambiare il modo di imparare per chi è impe­gnato. Purtroppo al momento l’app è solo in inglese, ed ecco perché si trova fra i trucchi invece di avere un proprio ar­ticolo, ma propone un modo nuovo e interessante di im­parare, attraverso quelle che vengono chiamate Bite-sized lessons, ovvero lezioni in pillo­le.

suggerimenti google primer

Il principio alla base è intri­gante: anche il più impegnato di noi, durante la giornata, prende in mano lo smartpho­ne diverse volte per distrarsi o fare una piccola pausa. Dedi­cando cinque o dieci minuti al giorno, quindi, cioè una o due di queste piccole pause, alle mini-lezioni presenti in Primer, è possibile imparare nuove abilità e informazioni utili per il nostro business o la carriera.

Monitoriamo le prestazioni del PC

Sfortunatamente in Windows 11 lo strumento per tenere sotto controllo il com­portamento della macchina, Performance Monitor, è sempre più “nascosto” fra le pieghe delle nuove opzioni e del sistema operativo. Tutta­via questo tool rappresenta un buon modo per controllare l’uso delle risorse nel tempo, soprattutto se abbiamo tem­po e modo di personalizzarlo un po’. Prima di tutto, però, bisogna trovare il modo di aprirlo, dal momento che non è più reperibile nemmeno con una ricerca dal menu Start.

pefmon
suggerimenti performance monitor

Tra le funzioni utili ci viene comunque in aiuto la buona vecchia finestra di ese­cuzione, che possiamo aprire con la combinazione di tasti Windows + R. Nella casella di testo digitiamo perfmon (non serve indicare nemmeno l’estensione .exe) e facciamo clic su OK. La finestra che si apre inizial­mente permetterà di control­lare solo l’occupazione del processore, ma facendo clic sull’icona a forma di + in alto, potremo aggiungere tantissi­me altre voci.

LEGGI ANCHE:

contattaci
aggiornamento edge
Formazione, Internet, Sistemi, Software

Microsoft Edge: in arrivo nuove funzioni

In arrivo nuove funzioni per quanto riguarda l’erede di Explorer, Microsoft Edge, browser di casa Microsoft.

Il team del colosso di Redmond è al lavoro per introdurre sempre nuove funzionalità utili a facilitare la realizzazione delle attività lavorative (e non solo) degli utenti sul browser di Microsoft Edge.

Secondo il colosso di Redmond, l’obiettivo principale è quello di aiutare gli utenti a utilizzare sempre più il browser Edge utilizzando nuovi tool smart e intelligenti.

Una volta che hanno effettuato l’iscrizione al cloud di Microsoft 365, in maniera da rendere meno complicato passare da un’app all’altra.

Dopo aver visto l’implementazione di alcune feature e ritocchi grafici, gli sviluppatori stanno introducendo e testando nuove funzionalità nel canale Beta di Microsoft Edge.

1) Novità: gestione automatica dei profili

La prima novità riguarda maggiormente la gestione automatica dei profili di alcune applicazioni per renderle più lineari e semplici una volta che si avvia l’app.

Aperto il link da Outlook che indirizzava una riunione di Teams, Edge aprirà in maniera automatica il profilo senza che l’utente debba inserire la password.

Microsoft Edge: in arrivo nuove funzioni
In arrivo nuove funzioni per Edge.

2) Novità: link condivisi

Invece, per quanto riguarda la seconda novità, la funzione chiamata “Link Condivisi” permette di accedere a qualsiasi link condivisi attraverso il proprio account di Microsoft 365, ordinandoli in base per data, mittente e app.

Edge aprirà una finestra posizionata a destra dove comparirà il nome del mittente e dell’app con l’anteprima del messaggio testuale.

3) Novità: pagina iniziale

La terza e ultima novità riguarda la pagina iniziale del browser dove mostrerà tutti i siti e i documenti più importanti del nostro lavoro. Inoltre, non mancherà uno strumento di scrittura che permetterà di correggere automaticamente qualsiasi tipo di errore.

Come aggiornare Microsoft Edge

Per aggiornare in maniera manuale il browser all’ultima versione, bisognerà:

  • cliccare sul menù (…) posizionato in alto a destra
  • scegliere la voce Impostazioni
  • cliccare sulla voce Informazioni su Microsoft Edge
  • controllare se è disponibile l’aggiornamento

Inoltre, potete seguire la roadmap ufficiale di tutte le novità che verranno implementate dal team degli sviluppatori di Microsoft.

contattaci
Sistemi

Windows 10: 3 nuove funzionalità utili

Microsoft ha deciso di fare una sorta di “regalo di Natale” agli utenti del sistema operativo Windows 10. Nel corso degli ultimi giorni sono arrivate diverse novità interessante, tra cui rientrano tre funzionalità utili.

1. Disinstallare le PWA dalle impostazioni

La prima funzionalità arrivata in questi giorni per gli utenti di Windows 10, risiede nella possibilità di disinstallare le PWA (Progressive Web Apps) di Google Chrome direttamente dalle impostazioni del sistema operativo.
Per chi non lo sapesse, le PWA possono essere installate mediante un semplice clic mentre si visita un sito Web e non è dunque inusuale che gli utenti si ritrovino con dei “collegamenti” ai portali direttamente sul desktop. Si tratta tuttavia di applicazioni vere e proprie, che vengono installate. Per disinstallarle, finora bisognava aprirle, premere sull’icona dei tre puntini e selezionare l’apposita opzione, mentre adesso anche queste app possono essere rimosse, come tutte le altre, direttamente dal percorso Impostazioni > App.
Per il momento la feature è disponibile per gli sviluppatori e per Chrome Canary, ma dovrebbe arrivare per tutti nel corso delle prossime settimane.

2. Le webcam arrivano nella sezione Dispositivi

Dopo essere state per lungo tempo “nascoste”, ora Microsoft ha deciso, a partire dalla build 21277 di Windows 10, di aggiungere la sezione dedicata alle webcam direttamente nella pagina “Dispositivi” delle impostazioni dell’OS. La funzionalità è ancora in una fase sperimentale, ma porta con sé anche maggiori possibilità legate a luminosità, contrasto e anteprima dell’inquadratura. Il tutto direttamente dalle impostazioni di Windows 10. Insomma, il 2020 è stato un anno in cui questa tipologia di dispositivi si è rivelata molto utile e Microsoft vuole dare il giusto spazio alle webcam. La funzionalità dovrebbe arrivare presto per tutti gli utenti.

3. Effetto parallasse per la schermata di blocco

La terza e ultima funzionalità annunciata in questi giorni che precedono il Natale 2020 consiste nell’introduzione di un effetto parallasse per quel che concerne la schermata di blocco.
A partire dalla build 21277 di Windows 10, Microsoft ha introdotto una feature sperimentale che utilizza l’accelerometro del dispositivo per dare vita a un leggere effetto panoramico all’interno della lock screen. Secondo le fonti, anche questa funzionalità potrebbe arrivare presto per tutti.

Microsoft ha voluto chiudere il 2020 con diverse novità per Windows 10, dando appuntamento a tutti per il 2021.

contattaci