• 1 anno ago
  • 2Minutes
  • 252Words
  • 55Views

Google ha annunciato di essere al lavoro su Fuchsia, nome in codice di un nuovo sistema operativo multi-piattaforma (smartphone, tablet, computer) che dovrebbe debuttare in un prossimo futuro. Si tratta di un progetto molto interessante su cui l’azienda di Mountain View punta molto, ma su cui allo stesso tempo si sa ancora poco. Google non lo ha mai voluto presentare pubblicamente e lo ha solo mostrato sporadicamente all’interno di Google I/O, la conferenza annuale dedicata agli sviluppatori.

Ora, però, un nuovo pezzo va a comporre il puzzle di Google Fuchsia: il sistema operativo ha ricevuto la certificazione Bluetooth da parte dello Special Interest Group (SIG), passaggio fondamentale per ogni OS e per ogni dispositivo prima di uscire. Questo nuovo passaggio fatto da Fuchsia testimonia il fatto che Google è ancora molto impegnata sul progetto e che potrebbe mostrare una versione beta al più presto. Con la certificazione, il nuovo OS assicura il supporto al Bluetooth 5.0, lo standard più avanzato disponibile finora.

Fuchsia vs Android

A cosa servirà Google Fuchsia

Rispetto ad Android, Google Fuchsia non si basa su Linux, ma è sviluppato da zero da Google. Per questo motivo l’azienda di Mountain View punta molto sul progetto, convinta del fatto che possa diventare l’OS su cui basare tutti i dispositivi del futuro.

L’obiettivo nemmeno troppo velato è di creare un ecosistema alla Apple, dove ogni dispositivo possa comunicare facilmente con un altro presente in casa grazie all’utilizzo dello stesso sistema operativo.