• 2 anni ago
  • 2Minutes
  • 321Words
  • 72Views

Flash è morto: alla fine del 2020 Adobe ha tolto la spina da quel componente che ha permesso, negli scorsi anni, di realizzare e eseguire sui siti web animazioni e banner. Flash è stato sostituito nel corso degli anni dai più moderni componenti HTML5, e già negli scorsi anni le aziende hanno iniziato a rimuovere alcuni elementi dai loro software, primo tutti i browser.

Adobe nelle ultime settimane ha promosso una campagna con la quale chiede agli utenti di rimuovere Flash Player dai loro computer: Flash Player, negli anni scorsi, è stato uno bersagli preferiti dai malintenzionati, e più volte ha rappresentato la porta di accesso preferenziale per attacchi informatici di ogni tipo. Questo succedeva quando Flash veniva sviluppato e mantenuto: ora che Flash è morto ed è terminato il supporto il rischio è che quei componenti di Flash ancora presenti nei sistemi possano comunque rappresentare una minaccia. Ecco perché Adobe suggerisce di rimuovere del tutto ogni componente e spiega anche come fare.

Flash Player addio, adesso è ora di rimuoverlo: ecco come - Tech

Microsoft Windows

Nei mesi scorsi Microsoft ha distribuito tramite update un aggiornamento di nome “Aggiornamento per la rimozione di Adobe Flash Player: 27 ottobre 2020” che rimuove automaticamente Adobe Flash Player nel caso in cui questo sia stato installato da Windows stessa. Se un utente ha però installato Flash manualmente da un’altra origine, ad esempio il sito Adobe, l’azienda ha messo a disposizione uno strumento per la rimozione manuale di Flash che si può scaricare da questo link

MacOS

Rimuovere Flash Player da MacOS è altrettanto semplice: Adobe fornisce un piccolo script che rimuove il componente. Lo script dev’essere scaricato dal sito dell’azienda stando attenti alla versione di MacOS installata.

Come verificare se Flash è stato rimosso

Al termine della rimozione basta visitare questa pagina con i diversi browser per verificare che il plugin sia stato effettivamente rimosso.