Lon Angeles wireless powerfoyle
  • 9 mesi ago
  • 5Minutes
  • 876Words
  • 81Views

Grazie alla tecnologia Powerfoyle integrata nell’archetto, le cuffie Los Angeles wireless targate Urbanista sono alimentate a energia solare.

Musica senza fili e ad energia solare. Il catalogo di prodotti au­dio targato Urbanista è stato sviluppato per il set­tore consumer e per sod­disfare un pubblico gio­vane, dinamico e al passo con i tempi.

Le cuffie Los Angeles wireless con tecnologia Powerfoyle (ricarica ad energia solare) sintetizzano questa impostazione in un prodotto dal design semplice. Adatto a chi è in movimento, a chi sta all’ aperto e agli amanti della musica ricca di bassi.

Indice

Come sono fatte

Le Los Angeles sono cuffie wireless di tipo on-ear, con il padiglione che appoggia e copre l’intero orecchio sen­za però avvolgerlo in modo completo. La struttura delle cuffie esercita molta pressione a discapito della comodità; la sensazione di schiacciamento è compensata – solo in parte – dalla voluminosa imbottitura dei padiglioni stessi.

Los Angeles on ear cuffie wireless

All’ in­terno di ciascuno di questi è presente un driver da 40 mm. Il collegamento con la sorgente audio è solo di tipo Bluetooth e queste cuffie implementano lo standard 5.0 con supporto ai codec SBC e AAC, ma non a quello AptX.
Sul padiglione sinistro è pre­sente un tasto multi funzione; la pressione ripetuta permet­te di navigare tra le modali­tà ANC con riduzione attiva del rumore, Ambiente o con entrambi questi profili disat­tivati. La pressione lunga ser­ve invece per invocare l’as­sistente virtuale del proprio telefono. Il passaggio da una modalità all’altra è accompa­gnato da w1a conferma vocale. A fianco di questo tasto è pre­sente una porta Usb-C per la ricarica della batteria in caso di necessità. Già perché la par­ticolarità delle Urbanista Los Angeles è quella di integrare una cella per la ricarica solare sulla superficie esterna dell’ ar­chetto delle cuffie.

Powerfoyle: ricarica con la luce del sole

La tecnologia impiegata e de­nominata Powerfoyle impiega una stratificazione di materiali fotosensibili in grado di gene­rare corrente elettrica quando esposti alla luce, in modo si­milare a quanto avviene in un pannello solare. Il vantaggio del Powerfoyle sta nella flessi­bilità: il materiale si adatta così a forme curve e a oggetti fles­sibili. L’integrazione di questa tecnologia permette di avere una fonte di ricarica presso­ché continua e inesauribile: nel corso delle prove l’auto­nomia residua delle cuffie non è mai scesa sotto al 70% del totale.

Los Angeles energia solare

Urbanista stima in circa 80 ore totali l’autonomia complessiva della batteria nelle situazioni la fonte di luce non sia sufficiente alla ricarica. Maggiore è l’intensità della luce maggiore è la capacità di ricarica, ma il materiale Powerfoyle riesce a cattura­re anche la poca luce naturale che filtra da una finestra in un giorno nuvoloso o quel­la di una piccola lampadina.

A proposito di ricarica è in­teressante sottolineare l’inu­suale design adottato per la custodia delle Los Angeles: la forma è quella di una bor­setta aperta in cui inserire le cuffie.

powerfoyle technology

L’apertura, che in altri casi avremmo criticato per la mancanza di protezio­ne a una parte del prodotto e per l’esposizione ad agenti esterni, permette di avere il Powerfoyle sempre pronto a catturare il minimo raggio di luce per ricaricare la batteria.


Riduzione attiva del rumore

La tecnologia ANC (Active Noise Cancellation) delle Los Angeles riduce piuttosto be­ne i rumori bassi e profondi ma non riesce a fare altrettan­to con le frequenze medie e alte. Questo si nota in modo particolare anche nel confronto tra la modalità ANC e quella Ambiente. Infatti quest’ultima esalta le frequenze medie e alte per facilitare la comprensione del parlato.

L’ ANC ha un im­patto evidente anche nella nitidezza delle frequenze medie e alte dell’impronta sonora ge­nerale. Sebbene l’ ANC non sia all’ altezza di prodotti indiriz­zati a un pubblico più esigente dal punto di vista musicale, le Los Angels fanno molto bene per il prezzo a cui sono offerte.



Come vanno

Le Los Angeles presentano un suono con bassi molto presenti e corposi, ovvero con un sound molto vicino ai gusti moder­ni. Questa spinta sui bassi, apprezzabile con alcuni bra­ni o generi musicali, è smaccatamente eccessiva con altri, soprattutto quando a volume medio e alto. Purtroppo l’ app per lo smartphone fornisce so­lo informazione sullo stato di carica mentre non offre alcuna possibilità di intervenire sull’ e­qualizzazione.

È apprezzabile l’uso di tecnologie che sfruttano fonti di energia green. Per quanto riguarda il sound, lontano dall’essere perfetto ed equilibrato, vi consigliamo di valutare queste cuffie solo se vi piace una equalizzazione che enfatizza molto i bassi.

Conclusioni

Le Urbanista Los Angeles sono cuffie molto diverse dallo standard di mercato. Il loro punto di forza è il sistema di ricarica solare che rende l’autonomia pressoché illimitata. Sul fronte audio potrebbe andare meglio: l’equalizzazione dal gusto molto giovanile eccede con i bassi; in alcuni casi i bassi sono così prevalenti da rendere indecifrabili le altre frequenze. Sono un ottimo punto di partenza per un prodotto davvero innovativo.

LEGGI ANCHE

contattaci