• 1 anno ago
  • 2Minutes
  • 260Words
  • 57Views

Alzi la mano chi da bambino non ha mai sentito ripetere dai propri genitori la solita frase “Stai lontano dalla TV, altrimenti si rovina la tua vista”?
E’ innegabile che passare troppe ore dietro allo schermo non faccia troppo bene agli occhi, che a forza di mettere a fuoco sempre lo stesso punto si affaticano, fino a farci venire il mal di testa. Per mitigare l’affaticamento, da tempo sia sui notebook sia su smartphone e tablet è presente un’opzione per limitare l’emissione di luce blu dallo schermo. I colori risulteranno più caldi e in condizioni di bassa luminosità esterna, fissare lo schermo risulterà un po’ meno faticoso. Questa opzione è presente anche in Windows.

Come attivare il filtro luce blu

Per attivarla andiamo su Impostazioni e Schermo. Da qui, clicchiamo su Modifica la luminosità automaticamente o Usa la luce notturna. Un cursore ci consentirà di impostare il livello di intervento (occhio a non esagerare, a meno di voler vedere tutto arancione), mentre mettendo la spunta su Pianifica luce notturna potremo far attivare automaticamente il filtro dal tramonto all’alba o, se lo preferiamo, a degli orari prestabiliti.

Così facendo, quando tramonterà il sole, lo schermo modificherà gradualmente i colori in modo da proporci immagini più rilassanti. Un’opzione comodissima per chi svolge tipici lavori da ufficio o fa il programmatore. Un po’ meno per chi lavora con la grafica e ha bisogno di vedere a schermo immagini fedeli e non filtrate: meglio disabilitarla se è necessario fare lavori di fotoritocco o si deve fare il color editing di un filmato.

contattaci