• 7 mesi fa
  • 3Minuti
  • 506Parole
  • 65Visualizzazioni

Vi spieghiamo come effettuare una formattazione definitiva dei vostri dati dalle chiavette e dischi USB, in modo sicuro.

Secondo un’indagine condotta da un’università inglese nel 2021, più del 70% delle unità USB usate vendute sul mercato americano e inglese mantenevano ancora i dati del proprietario precedente.

Gli studiosi hanno dimostrato che era possibile recuperare facilmente foto personali e documenti appartenenti al vecchio proprietario con l’uso di semplici applicazioni di recupero dati.

Com’è possibile

Esistono due tipi di formattazione per cancellare definitivamente i dati da un’unità di archiviazione: la formattazione rapida e la formattazione completa. Tuttavia, la formattazione veloce non elimina in modo permanente le informazioni conservate nell’unità, che possono essere facilmente recuperabili. Per evitare che i dati cadano nelle mani sbagliate, è importante effettuare una serie di operazioni che rendano impossibile il recupero dei dati prima di cedere l’unità a qualcun altro.

Formattazione usb

La formattazione rapida rimuove solo la struttura logica dell’unità e ricostruisce il file system, ma i dati rimangono ancora presenti e facilmente recuperabili. Al contrario, la formattazione completa esegue una scansione dell’unità alla ricerca di eventuali aree danneggiate e applica una serie di “zero” su tutti i settori, rendendo la cancellazione dei dati definitiva. Per coloro che desiderano avere il controllo totale sulla procedura di formattazione, è possibile utilizzare lo strumento Diskpart di Windows.

FAT32 o NTFS?

Prima di procedere con la formattazione di un’unità di archiviazione, è importante capire la differenza tra i due tipi di file system supportati da Windows: FAT32 e NTFS. NTFS è considerato il migliore dei due perché è più avanzato. Ad esempio, NTFS consente di assegnare permessi a file e cartelle, supporta la crittografia e i nomi lunghi (fino a 255 caratteri). Soprattutto consente di memorizzare file di dimensioni superiori ai 4 GB.

ntfs fat32

Quest’ultimo aspetto è fondamentale per lo scambio di file di grandi dimensioni. Un esempio sono i film in alta definizione, che non potrebbero essere memorizzati su un’unità formattata in FAT32. In sintesi, NTFS è una scelta migliore rispetto a FAT32 grazie alle sue funzionalità avanzate e alla capacità di gestire file di grandi dimensioni.

Formattiamo tramite il comando DiskPart

diskpart 1
1 Per prima cosa colleghiamo l’unità USB da formattare a una porta libera sul computer e digitiamo cmd nella casella di ricerca. Ora scegliamo dalla finestra a destra Esegui come amministratore e premiamo il pulsante Ok. A questo punto, nella finestra DOS che verrà aperta digitiamo il comando diskpart.
diskpart 2
2 Digitando list disk vedremo tutte le unità collegate. Solitamente con Disco 1 viene indicato l’hard disk del PC. Con Disc 1 la penna o il disco rimovibile USB. La dimensione del disco può aiutare a distinguere le diverse unità. Dopo aver controllato quale unità formattare selezioniamola con select disk N (dove N andrà sostituito con Disco 1, Disco 2, o altra unità).
3 Siamo pronti per avviare la formattazione dell’unità selezionata digitando in sequenza i seguenti comandi: clean; create partition primary; select partition 1; active; format fs=NTFS. Attendiamo che la voce Percentuale Completata raggiunga il 100% (può richiedere diversi minuti). La formattazione è completata e soprattutto la chiavetta è pulita a fondo!

    Contattaci subito

    LEGGI ANCHE: