• 7 mesi fa
  • 4Minuti
  • 627Parole
  • 63Visualizzazioni

La ricerca di contenuti è una delle attività più cruciali che possiamo svolgere. Ecco come evitare complicazioni e assicurarsi di non tralasciare nulla!

La ricerca dei file necessari non è sempre un processo immediato e, in alcuni casi, può addirittura risultare impossibile se la configurazione del nostro sistema è difettosa. Se la funzione di indicizzazione è lenta o incompleta, Windows potrebbe non disporre di un database aggiornato che elenca i file e la loro posizione. Ciò potrebbe portare a risultati di ricerca che non tengono conto delle ultime modifiche apportate ai file. Inoltre, se le impostazioni di indicizzazione non sono configurate correttamente, Windows potrebbe non catalogare i luoghi in cui sono conservati i file importanti.

Ciò significa che tali file non verranno inclusi nei risultati delle ricerche, facendoci credere di averli persi. Inoltre, un sistema di archiviazione ingombrante e disorganizzato con molte cartelle e file può generare confusione e rendere difficile individuare elementi specifici. Se non si adotta una struttura logica per le cartelle, può risultare complicato ricordare dove è stato salvato un particolare file. Nei prossimi passaggi, ci concentreremo su come risolvere i problemi di sistema per ottimizzare le ricerche in Windows, eliminando quelli più comuni che ostacolano il ritrovamento dei file, e vedremo anche come personalizzare il database dei file indicizzati.

Come fare

ricerca ottimizzata
Iniziamo familiarizzando con la finestra di ricerca. Basta fare clic sull’icona della lente d’ingrandimento nella barra delle applicazioni. Digitiamo il testo che desideriamo cercare e troveremo risultati che includono contenuti presenti sia sul nostro computer che sul Web.
ricerca ottimizzata 2
Andiamo su Impostazioni ricerca cliccando sui tre puntini nell’angolo in alto a destra. Se non riusciamo a trovare ciò che stiamo cercando, possiamo provare a disabilitare la Ricerca sicura. In questo modo, Windows non applicherà alcun filtro e potremo ottenere risultati più completi.

Aggiungere account

ricerca ottimizzata 3
Per ricerche non limitate al nostro PC, possiamo migliorare i risultati attivando la ricerca nei servizi cloud. Questo comprende Outlook e OneDrive, insieme a tutti gli altri servizi di Microsoft che archiviano i nostri file in remoto.
ricerca ottimizzata 4
Se non riusciamo ancora a trovare ciò di cui abbiamo bisogno, potrebbe essere perché non abbiamo aggiunto tutti i nostri account del cloud di Microsoft sul dispositivo attuale. Clicchiamo su “Gestisci gli account usati da altre app in questo dispositivo” e aggiungiamo quelli che mancano.
Ora concentriamoci sui file presenti sul nostro PC. Sempre nella schermata principale delle impostazioni, clicchiamo su “Ricerca in Windows“. Scrolliamo verso il basso ed eliminiamo tutte le cartelle che potrebbero restituire migliaia di risultati inutili e generare confusione.
Windows utilizza una funzione di indicizzazione per velocizzare le ricerche, mantenendo un database di informazioni su file e cartelle. Di default, questa funzione è attivata in modalità “Classico“, che limita la ricerca a specifiche cartelle. Se desideriamo effettuare ricerche in qualsiasi posizione, selezioniamo l’opzione “Avanzata“.

Ricerca avanzata

È vero che la ricerca avanzata richiede più tempo ed energia. Un buon compromesso è utilizzare la modalità classica e personalizzare i percorsi di ricerca. Cliccando su “Personalizza i percorsi di ricerca“, possiamo aggiungere le cartelle che contengono i file che utilizziamo spesso tramite l’opzione “Modifica“.
Se ci interessa, possiamo includere anche periferiche esterne nell’indice di ricerca. Tuttavia, è importante ricordare di includere solo percorsi che sappiamo essere disponibili in qualsiasi momento e che effettivamente contengono file che modifichiamo.
Se desideriamo avere ancora più controllo, possiamo fare clic su “Avanzate” e selezionare se indicizzare file crittografati, uniformare le ricerche con accenti, ricreare l’indice in caso di problemi e anche modificare il percorso dell’indice stesso.
Se non siamo ancora soddisfatti dei risultati della ricerca, potrebbe esserci un problema di sistema. Clicchiamo su “Risoluzione dei problemi di ricerca e indicizzazione” e segnaliamo eventuali problemi rilevati. Windows eseguirà una diagnostica e ci fornirà informazioni sui problemi individuati.

    Contattaci subito

    LEGGI ANCHE: