• 2 anni ago
  • 2Minutes
  • 332Words
  • 91Views

La nuova serie di iPhone appena arrivata sul mercato (con due dei quattro dispositivi) ha l’hardware necessario per caricare in modalità wireless un accessorio esterno. A rivelarlo sono alcuni documenti FCC resi pubblici in questi giorni: il nuovo smartphone implementa “trasmettitore e ricevitore di carica induttiva”.
La funzionalità non è stata ufficializzata da Apple, tuttavia potrebbe essere abilitata in futuro per caricare nuovi AirPods o il presunto AirTag.

Oltre a poter essere caricati da un caricatore WPT (Wireless Power Transfer), i modelli di iPhone del 2020 supportano anche la funzione di ricarica WPT a 360kHz per la carica di accessori esterni”

Jeremy Horwitz

Tutti i nuovi smartphone Apple implementano la feature: 12 mini (BCG-E3539A), iPhone 12 (BCG-E3542A), iPhone 12 Pro (BCG-E3545A) e iPhone 12 Pro Max (BCG-E3548A) .

Un magnete per la ricarica

Lo standard MagSafe, è supportato, per quanto riguarda la ricarica, sui nuovi iPhone 12, che utilizza diversi magneti per agganciare gli accessori compatibili.
Apple non ha annunciato alcuna forma di ricarica wireless inversa e non sembra che iPhone 12 e iPhone 12 Pro siano in grado di caricare alcun dispositivo attualmente sul mercato.

Questo standard MagSafe potrebbe consentire ad Apple di abbandonare il connettore fisico sugli iPhone in futuro, quindi è probabile che anche gli accessori della Apple non avranno connettori e avranno bisogno di ulteriori modalità di ricarica.

Sarà veramente come dicono ?

Tutto questo sembra molto embrionale, di fatti la ricarica può avvenire solo verso accessori esterni per iPhone e solo ed esclusivamente quando lo smartphone è collegato alla presa di corrente
Quindi uno scenario di applicazione utile potrebbe essere quello di ridurre i disagi quando si devono caricare più dispositivi contemporaneamente (ad esempio di notte).
Non è quindi chiaro il motivo per cui Apple non abbia rivelato la funzionalità insieme ai telefoni, anche se è molto probabile che tale segretezza sia necessaria per proteggere il segreto sul primo accessorio funzionante, non ancora mostrato al pubblico.
Si vocifera e si ipotizza che i primi accessori o dispositivi saranno le AirPods e AirTag .

contattaci