• 2 anni ago
  • 2Minutes
  • 233Words
  • 56Views

Mantenere le informazioni al sicuro , dare alle persone il controllo che desiderano e trattarle in modo responsabile: queste sono i tre principi fondamentali su cui basa la sua strategia Google, finalizzata a proteggere i propri utenti.

Ecco tre nuove funzionalità per gli account

  • Privacy e sicurezza, controlli semplificati: presto sarà possibile gestire la cronologia delle posizioni direttamente negli spostamenti di Google Maps, aggiungendo o modificando velocemente i luoghi visitati.
  • Protezione attiva con avvisi di sicurezza ben visibili (nelle immagini qui sotto): quando viene rilevato un problema di sicurezza relativo all’Account Google viene mostrato un avviso nell’app di Google che si sta utilizzando, insieme alle indicazioni di risoluzione, senza bisogno di controllare l’email o ricevere altri avvisi sul telefono.
  • Assistente Google in Modalità Ospite per non salvare le interazioni: quando si vuole evitare che le interazioni con l’Assistente Google vengano salvate nel proprio account, si potrà attivare la Modalità Ospite attraverso un semplice comando vocale.

A questo si aggiunge una funzionalità che permette, semplicemente sottoponendo al dispositivo una domanda come “Il mio Google Account è protetto?”, di visualizzare le impostazioni relative a privacy e sicurezza.

Nell’occasione il gruppo di Mountain View sottolinea alcuni dei risultati raggiunti su questo fronte: oltre 4 miliardi dispositivi protetti con Navigazione Sicura, più di 100 milioni di tentativi di phishing bloccati da Gmail e oltre 500 miliardi di applicazioni scansionate ogni giorni da Play Protect.