• 11 mesi ago
  • 2Minutes
  • 345Words
  • 113Views

E’ sempre più frequente l’uso di alimentatori wireless, ma come funziona la ricarica wireless a induzione?

Ultimamente si sente parlare sempre più spesso di ricarica wireless. Questa sofisticata tecnologia, permette di ricaricare lo smartphone o altri dispositivi grazie a campi elettromagnetici ed al contatto su una particolare superficie che ne dimezza i tempi di ricarica. In altre parole, permette di ricaricare il nostro dispositivo senza la necessità di collegare alcun cavo fisico.

Come esplicita il nome stesso che indica la tecnologia, la ricarica wireless sfrutta il fenomeno dell’induzione elettromagnetica descritta dalla legge di Faraday sull’elettromagnetismo. La forza elettromotrice applicata alla bobina di trasmissione genera un campo magnetico. Pertanto la variazione del flusso di questo campo magnetico genera un campo elettrico e una forza elettromotrice indotta nella bobina di ricezione. Semplificando, la corrente fornita dall’alimentatore del caricatore wireless è in grado di indurre una corrente nel circuito di ricarica wireless del dispositivo.

  1. La bobina di trasmissione all’interno della base di ricarica invia un segnale di ricerca.
  2. Il segnale ricerca una bobina di ricezione, ad esempio quella di uno smartphone compatibile.
  3. Una volta rilevato una dispositivo compatibile, la base attiva il circuito di alimentazione.
  4. Gli elettroni all’interno della bobina di trasmissione iniziano a muoversi all’interno della bobina.
  5. La corrente nella bobina di trasmissione genera un campo magnetico, che eccita gli elettroni nella bobina di ricezione.
  6. Gli elettroni della bobina di ricezione si muovo sotto l’effetto del campo magnetico dando vita alla corrente indotta.
  7. La corrente indotta nella bobina di ricezione alimenta il circuito di ricarica della batteria dello smartphone.

Ricarica ad induzione ed a risonanza

ricarica a induzione

In questo articolo abbiamo dato indicazioni su come funziona la ricarica wireless ad induzione; ad essere precisi, esistono due ricariche wireless:
1. Ricarica ad INDUZIONE
Richiede il contatto fisico diretto tra il telefono e il caricabatteria wireless. Le bobine di ricarica all’interno del telefono e del caricabatteria devono essere connesse e allineate.

ricarica a risonanza

2. Ricarica a RISONANZA
Richiede che il telefono, il caricabatteria wireless e le bobine di ricarica si trovino ad una specifica distanza, ma non è necessario che si tocchino.

contattaci