• 4 settimane ago
  • 4Minutes
  • 623Words
  • 16Views

I tempi in cui ci chiedevamo a cosa servisse il tasto Windows sono lontani. Oggi le scorciatoie da tastiera che offre sono fra le più interessanti. Scopriamole insieme.

Niente dice “utente esperto” come la capacità di utilizzare le scorciatoie da tastiera.

Alcune, per esempio i classici Ctrl + C e Ctrl + V sono conosciute praticamente da tutti, mentre altre sono decisamente più esotiche, ma non meno necessarie, per esempio Ctrl + Tab per passare da una scheda aperta all’altra di un qualsiasi browser o, più in generale, di qualsiasi programma dotato di schede.

Le scorciatoie basate sul tasto Windows si sono fatte strada nel tempo.

Ai tempi del suo debutto il tasto Windows permetteva di aprire il menu Start e poco altro, ma oggi sono moltissime e alcune particolarmente utili.

Vediamone alcune, sia vecchi classici, sia alcune novità.

Usare meglio lo spazio

Passare da un punto all’altro dell’interfaccia di Windows in modo rapido è uno dei modi migliori per risparmiare tempo.

Windows + D permette di mostrare immediatamente il desktop (e poi ripristinare le finestre), mentre Windows + B permette di focalizzare la tray di sistema, dove poi potremo spostarci con le frecce.

Windows + T è una delle più interessanti, perché ci permette di focalizzare i programmi presenti nella barra delle applicazioni, dove potremo spostarci con le frecce della tastiera.

Windows + M è interessante perché permette di minimizzare tutte le finestre aperte, in modo permanente (quindi, non come Win + D che è reversibile).

Infine, una novità introdotta nell’aggiornamento 22H2 è Windows + Z che permette di aprire il menu degli snap per la finestra aperta e di scegliere un layout attraverso le frecce.

Windows a portata di tastiera

Oggi Windows ha numerosissime funzionalità integrate, dall’area di notifica ai Widget.

Ciascuna di queste ha la propria scorciatoia da tastiera, che permette di raggiungerle più facilmente.

Windows + A permette di aprire le Impostazioni Rapide, Windows + G ci porta nella Xbox Game Bar, mentre Windows + K permette di avviare la trasmissione su schermi wireless.

Windows + N apre il Centro Notifiche.

Se usiamo più schermi, sicuramente Windows + P ci servirà, dal momento che consente di cambiare le impostazioni di proiezione.

Curiosamente ci sono due scorciatoie gemelle, Windows + Q e Windows + S: entrambe aprono il nuovo menu di ricerca.

Windows + W evoca i Widget (o li chiude).

Se abbiamo bisogno di usare le impostazioni di accessibilità, possiamo usare Windows + U e non possiamo dimenticare la “regina” delle scorciatoie, Windows + I, che apre le Impostazioni di Windows.

Windows + H, infine, fa apparire la dettatura vocale.

Se abbiamo già l’aggiornamento 22H2 inoltre, Windows + Ctrl + L apre i sottotitoli automatici (che, purtroppo, non supportano ancora l’italiano).

Sotto al cofano

Naturalmente non mancano le scorciatoie che permettono di accedere anche a funzioni più dedicate a gestione e manutenzione del sistema.

Anche se in questo caso, per la verità, troviamo soprattutto scorciatoie storiche come Windows + E, che apre Esplora file, e Windows + R che apre la finestra Esegui.

Windows + L permette di bloccare lo schermo e infine Windows + X apre il menu Power User, che di fatto contiene l’accesso alle più importanti funzionalità avanzate.

IL “SUPER INCOLLA” È QUASI OBBLIGATORIO

Una delle scorciatoie più interessanti che esistono nelle ultime versioni di Windows è senza dubbio Windows + V.

Questa, infatti, permette di attivare la cronologia degli appunti. In pratica non saremo più limitati a incollare l’ultima cosa che abbiamo copiato, ma potremo scegliere da un elenco fra tutte quelle che abbiamo copiato a partire da quando abbiamo acceso il computer.

Si tratta di una funzione comodissima, già presente in Windows 10, che però deve essere attivata.

In pratica, la prima volta che premiamo questa scorciatoia, dovremo approvare alcune autorizzazioni aggiuntive prima di poterla utilizzare.

LEGGI ANCHE:

CONTATTACI