• 2 giorni ago
  • 3Minutes
  • 609Words
  • 119Views

A causa delle difficoltà riscontrate da chi è guarito dal Covid-19 nel riottenere il green pass il Ministero della Salute ha introdotto delle modifiche. Dal 6 gennaio sblocco automatico del documento per i guariti.

Tra i diversi problemi che i tanti positivi di queste ultime settimane devono affrontare, c’è quello della riattivazione del Green pass dopo la guarigione dal Covid-19. Ormai fondamentale per poter accedere alla maggior parte dei servizi e attività.

Nel Dpcm del 17 dicembre 2021, il Governo aveva stabilito che la certificazione dovesse essere disattivata dopo 48/72 ore dal tampone positivo. A causa però dell’enorme quantità di richieste, riottenere il green pass in tempi rapidi era diventata un’impresa difficile. Il ministro della Salute ha quindi introdotto a partire dal 6 gennaio 2022 delle modifiche che consentono lo sblocco automatico della certificazione per i guariti. In questo link potrai trovare il nuovo Dpcm.

Vediamo nei dettagli come funziona la procedura per poter riattivare e scaricare il Green pass direttamente sul tuo telefono.

Riattivare il green pass

Dal 6 Gennaio il Ministro della Salute ha introdotto una nuova procedura per permettere ai guariti dal Covid-19 di riattivare la certificazione verde. Quest’ultima viene revocata a seguito di un tampone positivo. Si tratta di un semplice sblocco automatico. Infatti non richiede più l’intervento del medico di base o dell’Asl che dovevano inserire nella piattaforma nazionale un certificato di guarigione.

La nuova modalità prevede invece che il Green pass venga automaticamente sbloccato dopo la comunicazione della guarigione da parte di chi ha effettuato un tampone con risultato negativo. Questo di solito avviene in tempi molti rapidi, anche pochi minuti dopo l’esito del test molecolare o antigenico. In questo modo se sei risultato positivo, e sei in isolamento, a seguito del tampone negativo potrai ottenere il Super Green pass. Dal 10 gennaio diventa obbligatorio anche per tutti i mezzi di traporto.

Il tampone negativo ti permetterà quindi di riattivare la certificazione verde che possedevi in precedenza e che era stata bloccata, trasformandola nel Super Green pass che viene rilasciato ai guariti.

Si ha però diritto anche ad un altro green pass con durata di 6 mesi a partire dalla data dell’avvenuta guarigione. Per ottenerlo è necessario il certificato di fine isolamento che il tuo medico di base o Ats dovranno inserire sulla piattaforma nazionale.

green pass

Come scaricare la certificazione verde sul cellulare?

Le modalità per scaricare il Green pass su cellulare rimangono sempre quelle:

  • Dal sito del governo www.dgc.gov.it: ti serviranno il codice AUTHCODE ricevuto via sms e il numero di tessera sanitaria per poter scaricare il Green pass in formato .pdf sul telefono;
  • Tramite app Immuni: avrai bisogno del codice AUTHCODE (o un’altra tipologia di codice ricevuto), tessera sanitaria o Spid. Potrai trovare il documento nella apposita sezione sull’app, anche offline.
  • Con app Io: basta eseguire l’accesso con Spid o CIE e potrai ricevere il documento nell’applicazione.
  • Tramite fascicolo sanitario elettrico: accedendo al tuo fascicolo sanitario elettronico potrai scaricare la certificazione verde sia sul telefono che sul computer.
  • L’ultima alternativa è la possibilità di andare in farmacia portando con te la tessera sanitaria. Questo permette di avere una copia cartacea.
app immuni green pass
app io green pass

Cosa fare se non si riceve il documento

Cosa fare se non ricevi l’sms che indica la disponibilità del Green pass entro 72 ore dal tuo tampone negativo? Dovrai chiedere al tuo medico o alla Asl di inserire i dati del documento di fine isolamento nel sistema. Dopodiché riceverai la certificazione verde nel giro di qualche minuto.

Se nonostante questo continui a non ricevere nulla, dovresti chiamare il numero gratuito 1500 del Ministero della salute.

contattaci