• 7 mesi ago
  • 2Minutes
  • 224Words
  • 50Views

Chi era abituato al telelavoro lo sapeva già, chi ha sperimentato lo Smart Working per la prima volta durante il lockdown lo ha presto capito.

La gestione della banda a disposizione presso l’abitazione implica una certa attenzione.

Il pericolo, infatti, è che lo svago dei figli possa sovrapporsi ad una riunione dei genitori, così come un download dei genitori potrebbe ostacolare una videolezione dei figli e via discorrendo. AVM ha una soluzione che, tra le pieghe delle opzioni dell’ecosistema Friz! Box (ed in particolare nella logica delle reti mesh), consente di gestire il tutto con un semplice automatismo.

AVM: priorità alle videochiamate

Come fare? Occorre fissare delle priorità. AVM ha previsto per il proprio ecosistema una serie di regole utili a stabilire quali dispositivi debbano avere priorità sugli altri e in quali condizioni. Qualora venga attivata una videochiamata si può dare priorità a quest’ultima , per fare in modo che le risorse di banda disponibili possano essere concentrate su chi ne ha più bisogno nell’immediatezza.

“Profili di accesso” — “Internet” — “Filtri”: si possono stabilire a priori le regole, così che durante una videochiamata gli altri dispositivi connessi entrino in una bolla di sospensione. Così facendo ogni videolezione, ogni videoconferenza, ogni riunione e ogni videochiamata avrà la giusta priorità all’interno della rete. La loro gestione avverrà in modo democratico sulla base delle esigenze immediate.